Avrebbero voluto portare via un'intera recinzione, da un terreno nelle vicinanze dei vulcanelli di Terrapelata, alla periferia della città di Caltanissetta. E per questo si sarebbero muniti di tronchese, martello e una buona “dose” di pazienza, ma alla vista dei poliziotti, intervenuti in via Xiboli, ai protagonisti della vicenda non rimaneva che darsi a una drammatica fuga, a gambe levate. Ma la corsa dei due non è durata molto. Entrambi venivano raggiunti al termine di un breve inseguimento e, dopo le formalità di rito, segnalati all'autorità giudiziaria per danneggiamento aggravato e tentato furto in concorso.

Erano le 16 di ieri, quando al centralino della questura giungeva la segnalazione relativa alla presenza di persone sospette nelle vicinanze di una recinzione.

Nel volgere di pochi minuti gli agenti della sezione Volanti, già impegnati in attività di controllo del territorio, intervenivano sul posto, dove notavano due giovani che trasportavano paletti di ferro, indisturbati, come se fossero impegnati in un lavoretto commissionato da qualcuno, come se ne vedono molti. Notando di essere osservati, sia l'uno che l'altro comprendevano perfettamente di essersi cacciati nei guai e con gesti fulminei gettavano i paletti a terra e tentavano maldestramente di fuggire, sperando di dileguarsi nel verde circostante. Ai poliziotti, però, non sfuggivano i loro movimenti, e in pochi secondi tutti e due venivano bloccati e identificati. Nello stesso luogo, i poliziotti trovavano diversi paletti di ferro e rotoli di rete uguali a quelli ancora fissati al terreno.

I migliori video del giorno

Il materiale veniva posto sotto sequestro. A quel punto, scattava subito la denuncia.

L’episodio ripropone ancora una volta lo stato di disagio vissuto da un massiccio numero di giovani, da queste parti, senza lavoro e senza un ideale, ma soprattutto con scarse prospettive in una città dove la disoccupazione resta una piaga, sempre più dolorosa col passare del tempo. Così, molti, anche giovanissimi, finiscono col perdersi tristemente in attività illecite o espedienti pericolosi per racimolare solo qualche euro.