Serve una vera e propria impresa [VIDEO] al Crotone per ottenere la salvezza. Serve una vittoria a Napoli, senza se e senza ma. Serve una prova maiuscola contro la squadra che gioca il più bel calcio della Serie A. Il Crotone è abituato alle imprese, come quella dello scorso anno, proprio negli ultimi 90'. Anche stavolta andrà così? I tifosi degli "squali" ci sperano, soprattutto ci credono. Ma vincere al "San Paolo" potrebbe non bastare, perché la strada della salvezza passerà anche dai risultati delle altre concorrenti dirette: Spal, Cagliari, Udinese e Chievo.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

Tutti concentrati in casa rossoblù

In casa rossoblù si respira aria di estrema concentrazione. "Sarà una partita tosta", ha detto Walter Zenga nell'ultima conferenza stampa, per "l'adrenalina, la tensione, l'attesa", evidenziando che il Crotone dovrà fare affidamento solo sulle proprie "forze".

Vista l'alta posta in palio [VIDEO], il tecnico crotonese ha convocato tutti i giocatori della rosa, pure gli infortunati Benali e Budimir. I diffidati sono Ceccherini e Ricci.

'Dobbiamo fare la partita perfetta'

"Questa è una partita che si vince con le motivazioni", ha sottolineato il vice allenatore Benito Carbone, ex attaccante del Napoli 1994-95, 29 presenze, 4 gol. "Noi, sicuramente, abbiamo più motivazioni di loro". A Napoli "vogliono festeggiare la splendida annata, alcuni giocatori che vanno via", motivazioni "che non sono alla pari delle nostre". Carbone non ha usato mezzi termini: "Dobbiamo fare la partita perfetta".

Le probabili formazioni

NAPOLI (4-3-3): 25 Pepe Reina; 23 Elseid Hysaj, 33 Raul Albiol, 26 Kalidou Koulibaly, 6 Mario Rui; 5 Allan, 8 Jorginho, 17 Marek Hamsik; 7 Jose Maria Callejon, 19 Hrvoje Milic, 24 Lorenzo Insigne.

CROTONE (4-3-3): 1 Alex Cordaz; 87 Bruno Martella, 23 Marco Capuano, 7 Federico Ceccherini, 31 Mario Sampirisi; 6 Marcus Rohden, 38 Rolando Mandragora, 10 Andrea Barberis; 9 Andrea Nalini, 99 Simy, 37 Marco Davide Faraoni.

L'ultima giornata

Le partite dell'ultima giornata. Domenica 20, alle 15: Genoa-Torino. Alle 18: Milan-Fiorentina, Cagliari-Atalanta, Chievo-Benevento, Spal-Sampdoria, Napoli-Crotone e Udinese-Bologna. Alle 20,45: Lazio-Inter e Sassuolo-Roma. La zona calda della classifica: Chievo e Udinese 37, Cagliari 36, Spal 35 e Crotone 35, già retrocesse Verona 25 e Benevento 21. Nell'anticipo di sabato, Juventus-Verona 2-1. Le reti: 49' Daniele Rugani, 52' Miralem Pjanic, 76' Alessio Cerci.