Si preannuncia un settembre caldo per il settore dei trasporti. Nella giornata di domenica 13 settembre sono previsti grossi disagi per la circolazione ferroviaria a causa di uno sciopero indetto sull'intero territorio nazionale da varie sigle sindacali. Lo sciopero coinvolgerà le principali società ferroviarie italiane (Trenitalia - FSI, Italo - NTV e Trenord) e interesserà tutta la giornata di domenica. I motivi dello sciopero sono sia le ricorrenti problematiche del settore ferroviario, alle quali le varie sigle sindacali ritengono di non aver ancora ricevuto un'adeguata risposta, sia delle questioni di più ampia portata che sono comunque percepite come problematiche dai sindacati.

Come si può leggere sul sito di CUB trasporti in materia di scioperi, le motivazioni sono:

  • rinnovo CCNL Attività Ferroviarie/Mobilità /Autoferro e Contratti Aziendali;
  • democrazia della rappresentanza e Diritto di Sciopero;
  • riforma Regime Pensionistico: Abolizione della legge Fornero;
  • sicurezza sul lavoro e delle lavorazioni;
  • stabilità e dignità del Lavoro, Diritto alla Studio e alla Salute: Riforme negative del mercato del Lavoro (jobs act), della Scuola, privatizzazioni dei servizi pubblici.

Sciopero del 13 settembre - Si aggiunge a una lunga serie di scioperi che colpiranno il settore dei trasporti in questo mese, rendendo pertanto difficoltosi gli spostamenti lungo lo Stivale (calendario scioperi). È bene ricordare che alcuni treni saranno comunque garantiti, ma per evitare l'incertezza sono sempre di più le persone che preferiscono ricorrere a mezzi di trasporto alternativi.

I migliori video del giorno

Uno di quelli che sta maggiormente guadagnando popolarità, quasi a simboleggiare il successo che la sharing economy sta avendo nel nostro paese, è BlaBlaCar: la piattaforma di ride-sharing leader in Italia e nel mondo.

Secondo dati pubblicati da Adnkronos, durante uno degli ultimi fine settimana di sciopero della scorsa primavera, BlaBlaCar ha registrato dei dati da record, con un aumento del 35% delle ricerche di passaggio su base settimanale e un forte aumento dei passaggi offerti su tutte le tratte. Sulla Milano-Genova, ad esempio, l'incremento è stato del 35%, sulla Verona-Milano del 25% e sulla Roma-Pescara dell'84%. La crescente popolarità di BlaBlaCar pare suggerire che negli ultimi mesi la piattaforma sia cresciuta tanto: è facile pertanto immaginare che questo mese di disagi per le ferrovie possa essere un mese di grande successo per il ride-sharing.