Ci troviamo a Gragnano, in provincia di Napoli, dove due maestre sono state accusate di aver maltrattato gli alunni di una terza elementare con percosse, strattoni e rimproveri eccessivi per dei bambini di soli 9 anni. Il Tribunale di Torre Annunziata ha indetto un'ordinanza di obbligo di dimora per le due maestre, tra cui una insegnante di sostegno che avrebbe maltrattato un'allieva disabile che le era stata affidata poiché presenta dei ritardi nell'apprendimento. Secondo quanto comunicato dal procuratore Alessandro Pennasilico, le indagini hanno avuto inizio dopo la denuncia che la madre di uno dei bambini ha presentato ai carabinieri di Gragnano.

La denuncia di una madre e le intercettazioni dei militari

Sono state le intercettazioni dei militari a mostrare quanto avveniva nella terza classe della scuola elementare del primo Circolo didattico Ungaretti-Sezione distaccata Roncalli. Le insegnanti maltrattavano i bambini con percosse, urla e rimproveri spesso ingiustificati che instillavano negli alunni una forma di terrore tale da non voler più tornare a scuola. Gli strani atteggiamenti dei bimbi non sono passati inosservati agli occhi dei genitori, una delle quali ha avuto il coraggio di denunciare il tutto al comando dei carabinieri, che si è da subito mobilitato per avviare tutti i controlli del caso. Dopo aver accertato, tramite intercettazioni video, audio e ambientali e testimonianze varie, che il maltrattamento era reale, i militari hanno avviato le procedure per poter finalmente porre fine ai comportamenti delle insegnanti che ferivano non solo fisicamente, ma anche mentalmente, i bambini.

I migliori video del giorno

L'ordinanza dei carabinieri

Alle due donne è stata notificata dai carabinieri di Gragnano la misura cautelare dell'obbligo di dimora, con la prescrizione di non allontanarsi dall'abitazione dalle 8.00 alle 19.00, emessa con ordinanza dal gip del Tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura, con l'accusa di maltrattamenti contro familiari o conviventi e, nel caso specifico, contro alcuni alunni