Si sa, le Previsioni meteo ravvicinate sono senza dubbio quelle di cui ci si può fidare di più, ma negli ultimi anni gli esperti cercano, attraverso degli appositi calcoli studiati, di fare delle previsioni nel medio-lungo periodo. In questo periodo si sta cercando di realizzare una scala di previsioni meteo per l'inverno 2016 perchè ovviamente tutti vorrebbero sapere che inverno attende l'Italia. Tra gli studiosi del settore, però, c'è discordanza di idee e c'è chi parla di inverno freddissimo in arrivo, da paragonare a quello del 2012 che viene ricordato come l'inverno più freddo degli ultimi decenni, che portò anche alcune nevicate copiose a Roma.

Una delle più grandi precipitazioni nevose degli ultimi decenni nella Capitale, avvenne proprio quell'inverno il 3 febbraio 2012. Già il mese di ottobre appena trascorso è stato uno dei più strani degli ultimi anni, con abbondanti precipitazioni e danni causati dal maltempo in varie zone d'Italia; ora bisogna capire come sarà il meteo invernale.

Le tesi degli esperti per l'inverno

Gli esperti, come detto, sono divisi nell'ambito delle previsioni invernali e da una parte c'è chi prevede un inverno mite con temperature superiori alla media di 1/2 gradi centigradi: i sostenitori di questa tesi sono coloro che sostengono i modelli telematici come ECMWF. In queste previsioni è prevista poca neve sulla pianura Padana ed episodi nevosi sporadici in altre zone d'Italia, con le Alpi che avranno la neve sopra i 1000/1200 metri.

I migliori video del giorno

Le precipitazioni saranno nella norma.

La maggior parte degli esperti, però, accetta l'altra teoria: l'inverno in arrivo sarà freddissimo. In questo caso, gli esperti credono che il fenomeno noto come El Nino, che si è creato sull'Oceano Pacifico, possa condizionare il clima di tutto l'Emisfero Settentrionale. Il "Nino" starebbe creando quella che è catalogata come la più fredda perturbazione degli ultimi 80 anni. Tra l'altro, la Corrente del Golfo che mitiga le temperature sembra essersi indebolita e l'Oceano Atlantico, già ora è più freddo di 2,8 gradi centigradi: si prevede che le perturbazioni atlantiche si sposteranno verso l'Europa. Ad aggiungersi a questi fenomeni gelidi, è previsto poi l'arrivo del "Burian", che porterà due sferzate di freddo gelido. Insomma, gli studiosi sono divisi ma intanto in questi giorni il clima mite fa piacere a tutti.