Parigi (Francia) – Dopo la strage perpetrata dall’Isis attraverso gli attacchi terroristici simultanei messi in atto al Bataclan, nei pressi dello ‘Stade de France’ e ad altri punti centrali della capitale francese, Parigi si ritrova nuovamente a dover fronteggiare un clima di tensione. In questo pomeriggio, infatti, ci sono stati degli scontri a Place de la Republique con protagonisti alcuni manifestanti. Si trattava di una marcia non autorizzata dalle autorità di sicurezza francese, intrapresa da alcuni ambientalisti. La manifestazione come si può ben immaginare non è stata autorizzata dalle autorità per ovvi motivi di pubblica sicurezza. Tuttavia i manifestanti non hanno ceduto e in maniera del tutto pacifica hanno dato vita ad un innocua protesta.

In queste prime ore del pomeriggio, però, la situazione è degenerata dando vita a duri scontri.

Scontri a Parigi

Vista la mancata osservanza del divieto di eseguire la manifestazione da parte dei manifestanti, le forze dell’ordine francesi hanno reagito con un continuo lancio di lacrimogeni al fine di dileguare il corto. A questo punto anarchici, anti-capitalisti e ambientalisti hanno risposto con un lancio ripetuto di oggetti di qualsiasi tipo dando vita ad uno scontro molto cruento fra manifestanti e forze dell’ordine. Gli agenti della polizia sono stati costretti a respingere e a contrastare con la forza il folto gruppo di attivisti e manifestatori ambientalisti. Il motivo vero e proprio dello scontro riguarderebbe la Conferenza Mondiale sul Clima (COP21) che si tiene proprio a Parigi.

I migliori video del giorno

Ritorna la calma dopo gli scontri

Dopo qualche ora, grazie agli interventi della polizia francese, la situazione di tensione è andata a scemare.  Il clima teso fomentato dagli scontri a Place de la Republique, si è dileguato fino a lasciare il posto alla normalità. Le forze di polizia hanno sgomberato Place de la Republique e finalmente i cittadini hanno potuto riprendere le normali attività quotidiane. La giornata di oggi ci rammenta il clima di tensione in cui Parigi e la Francia intera sta versando a seguito degli attacchi della "strage di Parigi".