In Campania, da oggi, oltre al famoso Aeroporto di Capodichino, sarà conosciuto a livello nazionale anche l'Aeroporto di Salerno e a mettere la firma è proprio il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il decreto è stato pubblicato il 18 dicembre 2015 ed è entrato in vigore un paio di settimane dopo, il 2 gennaio 2016, e contiene una serie di requisiti che dovranno essere rispettati da chi gestisce lo scalo campano.

Il nome dell'aeroporto è ''Costa d'Amalfi'' e il decreto afferma che lo stesso deve mantenere un equilibro economico-finanziario consistente, almeno in un arco di tempo di tre anni.

Le nuove tratte

Dal prossimo 3 giugno, sarà attiva la tratta Costa d'Amalfi-Milano Malpensa (Salerno-Milano): l'agenzia Travel Before ha già dato il via libera alla vendita dei biglietti per il suddetto viaggio e si amplia ulteriormente il numero di destinazioni raggiungibili da Salerno.

Le tratte saranno suddivise nei giorni della settimana e saranno le seguenti: ogni sabato è disponibile la tratta Salerno-Corfù; una volta a settimana saranno disponibili i voli Salerno-Ibiza e Salerno-Malta, mentre due volte a settimana saranno disponibili le tratte Salerno-Milano Malpensa (il venerdì e la domenica) e Salerno-Mostar (il martedì e il venerdì).

Un numero esiguo di viaggi

Ovviamente, per l'aeroporto si sta già pensando di allungare le piste per poter ospitare aerei più grandi e di conseguenza riuscire a fare tratte di maggior distanza, in quanto il numero di viaggi effettuati sarà solo di sette a settimana, ma, come detto prima, il reparto gestionale dell'aeroporto di Salerno dovrà dimostrare di saper attuare un piano che permetta di ottenere un equilibrio stabile a livello economico e finanziario.

I migliori video del giorno

Grazie alla firma di Sergio Mattarella, si sono velocizzate le operazioni per il via libera ministeriale e contribuirà sicuramente ad una maggior popolarità alla città di Salerno (già conosciuta per la famosissima Costiera Amalfitana dalla quale è possibile ammirare un incredibile panorama) e senza dubbio creerà altre opportunità di lavoro.