Tragedia nella riserva di Capo Gallo, una località nei pressi di Mondello. Ieri sera, una località balneare di Palermo, nella zona di Mezza Luna è stato teatro di un tragico incidente. A perdere la vita è stata una ragazza di Modena, Cecilia Serafini di 25 anni. La giovane vittima modenese è scivolata da una scarpata alta trenta metri, all'interno di una riserva che circonda il golfo di Mondello. Giunta fino alla scogliera, la povera ragazza ha poi perso l'equilibrio ed è scivolata giù.  

Scivola mentre scatta una foto e muore

A dare l'allarme in tarda serata, sarebbe stata Valentina, un'amica di Cecilia Serafini. La giovane vittima, infatti, si era recata nella riserva di Capo Gallo insieme ad alcune amiche per fare una piacevole escursione.

A quanto pare, la ragazza si sarebbe poi allontanata dal gruppo con l'intenzione di scattare alcune foto del panorama, prima del fatale incidente, per poi scomparire nel nulla. In tarda serata, non vedendo tornare Cecilia, le amiche preoccupate hanno subito contattato la polizia per denunciarne la scomparsa. Non accertata ancora la dinamica dell'incidente; forse la perdita dell'equilibrio potrebbe essere stata provocata da una distrazione oppure da un malore improvviso, facendola cadere nel vuoto.

Ritrovato il cadavere dai sommozzatori

In seguito alla segnalazione delle amiche di Cecilia, sono subito accorse sul luogo della tragedia le pattuglie della polizia e alcune squadre dei Vigili del Fuoco. Le forze dell'ordine hanno perlustrato accuratamente l'intera zona, con la speranza di ritrovare Cecilia Serafini ancora viva.

I migliori video del giorno

Purtroppo, però, la risposta non si è fatta attendere. Infatti, intorno le 5,30 di stamattina, l'amara scoperta: un gruppo di sommozzatori dei Vigili del Fuoco, coadiuvati anche dagli uomini della Capitaneria di porto, hanno ritrovato il corpo della ragazza ormai privo di vita. Adesso il cadavere di Cecilia è stato trasportato al porto, al molo Quattro venti,  per effettuare una prima ispezione del medico legale.