Brutta e triste notizia giunge dalla regione Calabria ed in particolare nella provincia di Catanzaro. Nella giornata del 4 marzo infatti emerge una notizia che fa venire i brividi. Una donna è stata ripetutamente picchiata e maltrattata dal suo compagno per diversi mesi ed il tutto è avvenuto davanti alla figlia minore della coppia. I gesti folli dell'uomo andavano avanti da diversi mesi ed adesso sono stati ripetuti nonostante era finito in carcere per analogo motivo. Vediamo i dettagli della triste storia.

Pubblicità
Pubblicità

28enne picchia la compagna per mesi

Il tutto è avvenuto nella zona di Lamezia Terme, provincia di Catanzaro. Qui un uomo di appena ventotto anni è stato arrestato per aver maltrattato e picchiato la sua compagna. I gesti avvenivano anche davanti agli occhi impauriti della loro piccola bambina. In particolare l'uomo è stato arrestato dai carabinieri di Lamezia Terme con l'accusa di maltrattamenti in famiglia ed è stata emessa l'ordinanza di custodia cautelare. Non era la prima volta che l'uomo effettuava simili gesti nei confronti della compagna. Lo scorso anno infatti era già stato arrestato.

Pubblicità

L'arresto nel 2015 per analoghi motivi

Nel mese di marzo 2015 infatti, l'uomo era stato arrestato con l'accusa di maltrattamenti in famiglia e di lesioni ai danni della compagna. Scontata la pena, era tornato in libertà ed era stato riaccolto in casa dalla compagna. Le cose però non sono cambiate e, da quanto è emerso in seguito alle indagini delle forze dell'ordine, l'uomo dal mese di settembre avrebbe ripreso a minacciare la compagna e a picchiarla. Le avrebbe perfino impedito di parlare con altre persone di sesso maschile, anche durante lo svolgimento dell'attività lavorativa.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Sono state rese note le generalità del ventottenne. Si tratta di Giuseppe Villella che ora dovrà scontare la sua pena in carcere. Ulteriori dettagli sulla vicenda saranno resi noti nelle prossime ore. Vi invitiamo, a tal proposito, a cliccare sul tasto Segui posto in alto accanto al nome dell'autore dell'articolo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto