Pubblicità
Pubblicità

Hillary Clinton è la prima First Lady d'America che potrebbe rientrare alla Casa Bianca come inquilino principale. Nancy Reagan è stata la prima First Lady d'America ad avere un ruolo importante, probabilmente decisivo in alcune scelte politiche del marito. Mentre gli Stati Uniti vivono intensamente un nuova corsa per le presidenziali, se ne va in punta di piedi una figura importante ed amata dagli americani. Nancy Reagan è morta ieri, aveva 94 anni. 

Oltre mezzo secolo accanto a Ronald Reagan

Anche lei attrice, come il futuro 40° presidente degli Stati Uniti, Nancy Davis (il suo nome di battesimo era Anne Frances Robbins) sposò Ronald Reagan nel 1952 e gli rimase accanto fino alla morte, avvenuta nel 2004.

Pubblicità

Quelli della presidenza Reagan passeranno alla storia come gli anni che posero fine alla guerra fredda, con i celeberrimi colloqui che videro protagonista il presidente degli Stati Uniti ed il leader sovietico Mikhail Gorbaciov. Nancy fu accanto al marito e lo sostenne in tutte le più delicate questioni politiche, come il lungo processo che portò alla distensione con l'Unione Sovietica. Ma anche nei momenti più difficili, come l'attentato subito da Ronald Reagan nel 1981, lo scandalo "Irangate" del 1985 o la lunga battaglia contro l'Alzheimer condotta dopo la fine della sua carriera politica.

Proprio in proposito della ricerca sulla patologia, Nancy Reagan entrò apertamente in contrasto con l'allora presidente George W. Bush che era contrario al sostegno delle sperimentazioni sulle cellule staminali. Fu inoltre grande amica di Margaret Thatcher, "the iron lady", primo ministro del Regno Unito e certamente tra i più stretti e fidati alleati del marito. Nancy sarà sepolta nella “Ronald Reagan presidential Library” di Simi Valley, in California, accanto a Ronald.