Notoriamente in Siria operano da diverso tempo dei contractors russi, a sostegno dell'attuale governo di Bashar al-Assad. Tale fatto è stato inizialmente nascosto dalle autorità del paese euroasiatico e, in seguito a diverse indagini ed inchieste indipendenti, è stato confermato. C'è da dire che tali 'contractors russi' non risultano essere gli unici 'soldati non regolari' presenti nel paese arabo ma ve ne sono di provenienti da diversi paesi, sia nelle fila dei sostenitori del regime di Assad che nell'opposizione.

I 'voli diretti' a Damasco dei combattenti russi

Stando a quanto riportato in un articolo pubblicato sul sito web della Stampa, recentemente sono state scoperte le 'missioni segrete' che vedono protagonisti i contractors russi in Siria. Andando maggiormente nello specifico, è stato reso noto dalla Reuters e dai media israeliani che vi sono stati dei voli diretti fra la capitale siriana Damasco e una base militare situata nel sud della Russia, dove risiede una brigata delle forze speciali della nazione euroasiatica.

Quei 'soldati irregolari russi' uccisi durante il raid degli Stati Uniti

Stando sempre a quanto scritto nel già citato articolo di Giordano Stabile per la Stampa, nella stessa base di Molkino è molto probabile che vi siano anche contractors. Inoltre, l'articolo della Stampa a ricordato che ad inizio febbraio un raid condotto dagli Stati Uniti D'America aveva colpito una colonna di miliziani legati al governo di Bashar al-Assad ed aveva ucciso un gran numero di 'combattenti irregolari' russi.

Secondo quanto sostenuto da diversi media, tali combattenti delle forze speciali russe stavano collaborando con l'esercito governativo siriano nell'ambito di un'offensiva condotta contro le Forze democratiche siriane, una fazione dell'opposizione al regime di Assad sostenuta e finanziata dagli stessi Stati Uniti. La notizia dell'eliminazione dei contractors russi aveva fatto alquanto discutere diverso tempo fa ed aveva creato una relativamente forte polemica sulla natura dell'intervento militare russo in Siria.

Oltre a ciò, c'è da segnalare che negli ultimi giorni è emerso che una compagnia privata siriana chiamata 'Cham Wings' effettua voli regolari tra la capitale siriana e la stessa base russa di Molkino, facendo scalo a Rostov-on-Don. Tali rivelazioni non sono state confermate dal Ministero della Difesa russa, che ha rifiutato di commentare la notizia.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto