Dino Tripodi è un meccanico di 49 anni che vive a Buccinasco e ama il calcio. Tale passione l'ha portato a diventare allenatore di una piccola squadra giovanile, la Gs Assago. Dino è un meccanico, un mister ed un eroe. Grazie a lui un dodicenne che aveva accusato un malore sul campo di calcio in viale Famagosta, a Milano, si è salvato [VIDEO]. Tripodi si era recato al campo sportivo per vedere il figlio mentre giocava. All'improvviso aveva udito un ragazzino che gridava: 'Aiuto, il mio amico sta morendo'.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Tripodi si era alzato immediatamente ed era corso in aiuto del dodicenne privo di sensi e steso per terra.

Il dodicenne si stava riscaldando

Dramma sfiorato sul campo de La Spezia calcio Milano.

Merito del signor Dino Tripodi, che comunque non vuole essere chiamato eroe. Il giovane calciatore si stava riscaldando quando aveva accusato il malore e si era accasciato. Tripodi aveva praticato immediatamente un massaggio cardiaco, chiedendo a un altro giovane di aprire la mascella del dodicenne, che era rimasta chiusa. Il massaggio cardiaco si è rivelato provvidenziale. Il calciatore è stato poi trasportato in ospedale con un'ambulanza.

Il 49enne di Buccinasco ha rivelato che, dopo l'arrivo dell'ambulanza e il trasporto del ragazzino al Pronto soccorso, si è inchinato e ha messo le mani sul volto. Non aveva compreso l'importanza del suo gesto fin quando un altro genitore gli si era avvicinato e gli aveva detto: 'Gli hai salvato la vita'. L'azione eroica del mister Dino ha avuto un grosso eco e perfino Rino Pruiti, sindaco di Buccinasco, l'ha contattato per complimentarsi con lui.

Ha pensato ai suoi figli

'Non ho fatto altro che quello che avrebbero fatto tutti', continua a ripetere Dino Tripodi che allena da 9 anni il GS Assago ed ha partecipato a un corso di primo soccorso. Il 49enne, padre di due bimbi, ha detto di aver pensato subito ai suoi figli. Potevano essere loro a stare supini in un campo sportivo. Il dodicenne si era accasciato [VIDEO] all'ora di pranzo, quando tutti si trovavano al bar. Sugli spalti c'erano poche persone, tra cui Tripodi, che stava parlando al telefono. Il ct ha raccontato di aver udito l'urlo di un ragazzino che chiedeva aiuto.

Mentre praticava il massaggio cardiaco al minorenne privo di sensi, Dino sperava e pregava, riuscendo a mantenere la calma. Il meccanico di Buccinasco ha spiegato che non ha perso il self control perché ha frequentato un corso di primo soccorso per gestire situazioni drammatiche, proprio come quella avvenuta sul campo de La Spezia calcio Milano.