Una terribile notizia giunge dalla regione Calabria ed esattamente dalla provincia di Cosenza. Una lite tra fratelli è degenerata in una sparatoria ed uno dei due è rimasto gravemente ferito. Il tutto è avvenuto nella mattina del primo maggio 2018 e dunque una giornata di festa stava per trasformarsi in una tragedia. I ragazzi sono entrambi giovanissimi. Vediamo i dettagli che sono emersi in seguito alla ricostruzione delle forze dell'ordine.

Il litigio tra i due fratelli si è concluso con un colpo di fucile

Nella mattina del primo maggio, i carabinieri del nucleo operativo di Rossano hanno fermato un ragazzo di appena vent'anni per aver tentato di uccidere il fratello.

Pubblicità
Pubblicità

Il ragazzo, del 1997, è già noto alle forze dell'ordine e risulta indagato per tentato omicidio. Da una primissima ricostruzione che è stata effettuata, nella mattina i due fratelli avrebbero discusso per motivi di natura privata. Il litigio però sarebbe degenerato tanto che il ventenne ha sparato al fratello con un fucile illegalmente detenuto. La vittima ha riportato delle ferite molto gravi alla mano e ad altre parti del corpo ed è stato trasportato d'urgenza dai familiari presso l'ospedale di Rossano.

Calabria: litiga con il fratello e lo spara, un ferito grave
Calabria: litiga con il fratello e lo spara, un ferito grave

L'arma che ha esploso il colpo è una calibro 12.

Il responsabile del folle gesto, secondo quanto si apprende, avrebbe cercato di scappare subito dopo gli spari e si sarebbe liberato del fucile gettandolo nella vegetazione poco distante dal luogo del reato. I carabinieri però sono riusciti a rintracciarlo immediatamente grazie alle diverse informazioni raccolte e sono riusciti anche a recuperare l'arma del delitto. Le indagini sono state svolte immediatamente e sono state coordinate dal procuratore della repubblica di Castrovillari e dirette dal sostituto procuratore della repubblica.

Pubblicità

Il ragazzo è stato subito assegnato alla casa circondariale di Rossano. Le indagini però non sono terminate. I carabinieri infatti proseguiranno per raccogliere ulteriori elementi che potrebbero risultare utili per inquadrare il movente del folle gesto. Non sono esclusi ulteriori sviluppi sulla dinamica di quanto accaduto e sul motivo che ha scaturito tale violenza. Anche il fucile verrà analizzato dalla Scientifica per capire se ci sono altri dettagli rilevanti ai fini delle indagini.

Per saperne di più continuate a seguire le nostre notizie di cronaca, locale e anche nazionale.

Clicca per leggere la news e guarda il video