La Procura di Macerata ha comunicato che i resti trovati nei pressi del grattacielo multietnico Hotel House di Porto Recanati lo scorso mese di Marzo, appartengono alla giovane Cameyi Mosammet (15 anni al momento della scomparsa). A confermarlo la perizia medico-legale. La ragazza, di origine bengalese, sparì da Ancona il 29 Maggio 2010. Gli accertamenti si sono svolti presso l'istituto di medicina legale di Ancona, da parte del professor Adriano Tagliabracci. Le indagini sono coordinate dagli inquirenti sotto la direzione del procuratore Giovanni Giorgio.

Gli inquirenti: 'Cameyi è morta poco dopo aver raggiunto Ancona'

Secondo le ultime ipotesi, Cameyi, una volta raggiunta la stazione ferroviaria di Porto Recanati, si sarebbe in seguito diretta verso l'Hotel House; nei pressi della struttura, la povera ragazza sarebbe stata uccisa ed in seguito seppellita.

Gli inquirenti hanno fatto intuire che le indagini sono tutt'altro che agevoli ed hanno lanciato un appello per proseguire il prima possibile. L'appello è rivolto a chiunque possa aver visto o sentito qualcosa del triste episodio di cronaca nera. [VIDEO]Purtroppo sono trascorsi otto anni dalla scomparsa della giovane e più passa il tempo, più si allontana la strada verso la possibile risoluzione del caso.

Corrispondenza di DNA con la madre di Cameyi

Non vi è alcun dubbio che le ossa ritrovate presso l'Hotel House (un condominio multietnico abitato da circa 2000 persone) di Porto Recanati, appartengano alla giovane Cameyi. Il DNA dei resti risulta essere compatibile con la madre della ragazza, la signora Fatema. Il risultato da parte della perizia è stato comunicato ai famigliari della quindicenne lo scorso giovedì.

Per la 15enne bengalese si sospettava inizialmente un sequestro di persona. Tale ipotesi venne in seguito archiviata e poi riaperta.

E' molto probabile che ora si indagherà per omicidio volontario e soppressione di cadavere. La Procura di Macerata attende nuovi spunti investigativi, dati magari da eventuali nuovi testimoni. Cameyi Mosammet si trovava presso l'Hotel House, in quanto qui alloggiava il suo fidanzato di 20 anni, il quale era stato inizialmente indagato, ma ora risulta essere irreperibile.

Il giorno della scomparsa doveva andare a scuola

Cameyi viveva ad Ancona con i genitori ed il fratello. La mattina del 29 Giugno 2010, la ragazzina era uscita da casa per raggiungere la scuola, a circa 2 chilometri di distanza dalla sua abitazione. Tuttavia, la giovane non era entrata per seguire le lezioni e da allora si erano perse del tutto le tracce [VIDEO]. Cameyi si era allontanata senza soldi, né documenti ed era totalmente irreperibile, in quanto il suo cellulare risultava spento.

Tuttavia, prima della sua scomparsa, Cameyi aveva acquisito una nuova SIM. Le indagini cercarono di comprendere qualcosa su un ragazzo (anche lui bengalese) ripreso con Cameyi sulla comunità virtuale Myspace. Il giovane venne interrogato, ma risultò del tutto estraneo alla vicenda. Nonostante ciò, il ragazzo decise di andare via, trasferendosi in Grecia.