Lo scorso 15 agosto 2018, il volo Helsinki-Roma della Finnair ha subito un ritardo di circa un'ora e mezza perché è stato cambiato l'intero equipaggio. Alla base di tale scelta c'è l'ebbrezza del soggetto che doveva guidare il velivolo [VIDEO]. Ebbene sì, il pilota si era messo alla guida dell'aereo con 1,5 grammi di alcol nel sangue. Fortunatamente, anteriormente al decollo, l'uomo è stato sottoposto a un controllo e immediatamente sostituito da un collega sobrio. La compagnia Finnair ha reso noto, mediante un comunicato, di aver avviato l'iter che porterà al licenziamento del pilota ubriaco. "Il personale di bordo non deve bere alcol 12 ore prima di entrare in servizio", recita la nota della compagnia aerea, confermando il suo pugno duro in materia di sicurezza.

La nota della Finnair

Mercoledì scorso, i passeggeri del volo AY1763 della Finnair, diretto a Roma e in partenza da Helsinki, hanno sentito il discorso introduttivo del capitano, a terra, ma poi sono stati invitati a lasciare il velivolo.

Diversi passeggeri hanno rivelato ai media finlandesi che il pilota ubriaco è stato sostituito e portato via su una macchina della Polizia. Il limite legale di alcol nel sangue, in Finlandia, per entrare nella cabina di pilotaggio non è diverso da quello previsto per i veicoli a motore, ossia 0,5. La nota della Finnair è stata diffusa tempestivamente ed ha rimarcato che, in base alla politica aziendale della compagnia di volo finlandese, è stato necessario dare il benservito al pilota alticcio.

Secondo Finnair non si ricordano casi simili

In base a quanto riferito nelle ultime ore dal direttore delle comunicazioni di Finnair, non si ricordano episodi analoghi a quello avvenuto nei giorni scorsi nella cabina di pilotaggio del volo Helsinki-Roma.

Il sito Loyaltylobby, però, ha pubblicato un estratto del Telegraph sul caso di un pilota [VIDEO] della Finnair che, nel 2004, venne sorpreso ubriaco nel Regno Unito. Il livello di alcol presente nel sangue del finlandese Heikki Tallila, 51 anni, superava di oltre due volte e mezzo il limite stabilito dal legislatore finlandese per un pilota d'aereo. Tallila venne sorpreso ubriaco nella cabina di pilotaggio di un Boeing 757 e poi condannato in virtù di una normativa introdotta recentemente in Finlandia. Sembra che il 51enne, prima di mettersi alla guida del velivolo, avesse bevuto fino a 7 bicchieri di vino e un bicchiere di birra.