Si è probabilmente concluso il caso della violenta rapina ai coniugi Martelli a Lanciano. Nella serata di ieri, infatti, la Polizia ha arrestato anche l'ultimo elemento della banda, forse il capo, rintracciato nel casertano. E' un 26enne anch'egli originario della Romania, così come il resto dei componenti della banda. All'arresto ha mostrato alla Polizia una patente rumena falsificata. Le Forze dell'Ordine sono riuscite a rintracciarlo grazie ad un passo falso compiuto dal giovane: ha provato a vendere su alcuni circuiti di ricettazione nel casertano un orologio rubato nella villa dei Martelli durante la rapina.

Pubblicità
Pubblicità

Prima l'arresto dei compagni

Ricordiamo che tre dei quattro presunti responsabili dell'efferata rapina messa in atto nella notte tra sabato e domenica erano già stati arrestati nella giornata di mercoledì. La Polizia li ha intercettati dopo aver visionato le riprese di alcune telecamere di sorveglianza della zona. I tre malviventi, al momento dell'arresto, erano in procinto di scappare con circa 3.400 Euro in contanti verso la Romania, utilizzando la stessa auto, una Volkswagen Golf nera, usata per compiere l'agguato nell'abitazione dei coniugi.

Pubblicità

Fondamentale era stata, in quel caso, la testimonianza di un'altra vittima della banda, Massimiliano Delle Vigne, pestato anche lui durante una rapina nei mesi scorsi nella sua villa a Santa Maria Imbaro. Nella mattinata di mercoledì, poi, un'azione congiunta delle Forze dell'Ordine ha portato al setaccio un'abitazione in cui vive una famiglia rumena, alla ricerca di altri possibili complici nella rapina.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Il capo banda in fuga tradito dalla tentata vendita di un orologio rubato

Alexandru Bogdan Colteanu, questo il nome del presunto capo banda, ha compiuto però un passo falso nella serata di ieri, quando ha tentato di rivendere su alcuni circuiti di ricettazione nel casertano un orologio rubato proprio durante la rapina di sabato notte, magari per ricavare il denaro necessario a continuare la fuga che aveva iniziato in solitaria subito dopo il crimine.

Questo però l'ha invece portato a farsi rintracciare dalla Polizia, che ha provveduto al suo arresto immediato. In quel momento Colteanu ha mostrato alle autorità una patente rumena falsificata. Intanto, su Twitter, arriva anche la reazione gioiosa ed esultante del vice premier e ministro dell'Interno Matteo Salvini. Il leader della Lega Nord scrive: "Preso anche il quarto rapinatore straniero infame, pare il tagliatore di orecchie, bene!".

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto