Un treno carico di gas propano è deragliato in Georgia, negli Stati Uniti, provocando la caduta di decine di carrozze da un ponte. I vagoni si sono ribaltati, dal ponte che il treno stava percorrendo sulla sottostante superstrada, la Georgia Highway 90, un'arteria molto trafficata. Fortunatamente sembra che non ci siano state vittime o feriti, come riportano i siti di informazione locale. Una cittadina nelle immediate vicinanze, Byromville, è stata fatta evacuare immediatamente dai vigili del fuoco, guidati da Brett Walls, per timore di esplosioni.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

I vagoni sono precipitati dal ponte

E' stato proprio Walls a fornire ai media le prime informazioni sull'incidente: il treno era lunghissimo [VIDEO]ed era composto da 72 vagoni pieni di gas propano liquido e 69 vuoti.

Proprio la presenza del materiale altamente infiammabile e potenzialmente esplosivo ha portato all'ordine immediato di evacuazione di tutte le strutture nelle immediate vicinanze. La notizia è stata riportata da WMAZ-TV che ha diffuso l'invito ad abbandonare l'area entro mezzo miglio dai vagoni precipitati. La cittadina di Byromville si trova per metà entro l'area dichiarata "a rischio" e per questo motivo tutta la popolazione ha dovuto temporaneamente abbandonare le proprie abitazioni.

Un 'passeggero' pericoloso, il GPL

I gas di petrolio liquefatti, chiamati comunemente gas propano liquido o GPL, dal nome del loro principale componente, sono miscele di idrocarburi solitamente trasportati con autocisterne se viaggiano su strada, gassiere se trasportati via mare e ferrocisterne se viaggiano sui treni.

Il GPL è un combustibile che si reperisce con facilità ed ha un basso impatto ambientale ma è molto infiammabile. In passato fuoriuscite di gas propano hanno causato incidenti come la perdita di gas avvenuta da un treno merci nella stazione di Viareggio il 9 giugno 2009: una ferrocisterna perforata ha permesso che il gas fuoriuscisse permeando le strade della città. La successiva esplosione causò la morte di 32 persone ed il ferimento di oltre cinquanta. Allo stato gassoso l'idrocarburo ha una densità maggiore dell'aria per cui non riesce a diffondersi nell'atmosfera; se fuoriesce in seguito a rotture o incidenti tende a ristagnare al suolo e ad insinuarsi nelle cavità. L'accumulo conseguente è il pericolo maggiore perchè collegato ad un altissimo rischio di incendio. Per questo motivo la cittadina americana è stata dichiarata a rischio e non sono ancora state diffuse notizie circa il possibile rientro dei 500 abitanti.