Julen era precipitato in un pozzo dal diametro di 25 centimetri domenica 13 gennaio, dopo essersi allontanato con altri bimbi da un pranzo di famiglia nella zona collinare di Totalan, dove viveva con i genitori.

Un uomo che stava passeggiando lì vicino ha subito allertato le forze dell'ordine e sono da subito partiti i soccorsi. Le speranze di trovarlo vivo si affievoliscono di ora in ora, ma le opere di salvataggio proseguono ininterrottamente giorno e notte.

Il salvataggio di Julen: aggiornamento minuto per minuto

19.44 "Tale è la durezza del terreno che nella mattinata di questo lunedì è avanzato solo di un metro nella perforazione . Inoltre, i tecnici hanno eseguito attività di manutenzione sulla macchina per lavorare "in condizioni di lavoro estreme e con materiali di enorme durezza", ha affermato il coordinatore dell'operazione, Angel Garcia.

19.38 La durezza del terreno è l'ostacolo principale che i tecnici devono affrontare.

La galleria verticale doveva essere pronta ieri notte, ma purtroppo i lavori sono ritardati a causa del terreno.

18.43 Una volta completata la perforazione verticale, avrà luogo la copertura, che richiederà tra 5 e 6 ore. Dopo di ciò, seguirà una discarica per 2 o 3 ore e finalmente l'attrezzatura mineraria entrerà in azione, e questo potrebbe richiedere fino a 24 ore per realizzare la galleria orizzontale per il bambino.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

17.35 Il problema più grande che possono trovarsi di fronte per salvare Julen nella fossa di Totalán(Málaga) è il terreno duro che potrebbe ritardare l'operazione e costringere loro ad utilizzare un qualche tipo di esplosione.

17.25 Il pozzo parallelo di Totalán (Malaga) è di 80 centimetri e sarà scavato per un metro di larghezza e per 1,20 di altezza.

16.10 Gli esperti avvertono che il punto più critico dell'operazione di salvataggio per il bimbo di due anni nel pozzo di Totalán (Málaga) "sarà quando i minatori saranno a pochi metri da Julen".

15.15 Francisca Ruiz, decano associato del Collegio degli Psicologi dell'orientale dell'Andalusia, oggi ha spiegato a EFE che dallo scorso 13 gennaio sono stati attivati dal servizio di emergenza 112 due specialisti che sono sempre con i genitori del bambino e le loro famiglie per un supporto psicologico in questa delicata situazione. In questo modo, intendono prevenire possibili disturbi successivi, come stress post-traumatico o crisi di ansia cronica.

15.00 Secondo i calcoli, le squadre di soccorso non saranno in grado di raggiungere il punto in cui si trova Julen fino a martedì.

14.55 La velocità del lavoro dei minatori dipenderà dal materiale che stanno trovando, ma a causa dell'esperienza in lavori simili, i tecnici hanno annunciato che questo lavoro potrebbe durare fino a 24 ore.

14.50 Gli esperti non vogliono parlare di tempo perché, mentre il lavoro avanza, incontrano difficoltà che ritardano il salvataggio di Julen nel pozzo di Totalán (Málaga).

14.20 L'ottavo giorno di lavoro, prevede di terminare la perforazione verticale durante questa mattina e ci sono ancora sette metri per completare il tunnel fino alla fossa in cui si crede di essere Julen.

13.45 E' anche già in atto i lavori di preparazione della capsula che abbasserà i minatori, 1,05 metri di diametro per 2,5 di altezza, progettata dal direttore tecnico del Consorcio Provincial de Bomberos de Málaga, Giuliano Moreno, e realizzato dai fabbri di Malaga.

13.40 Mentre il perforatore continua il suo lavoro, vengono eseguiti lavori concreti vicino all'area di lavoro per evitare frane.

13.35 I minatori dovranno scavare una galleria orizzontale di circa quattro metri manualmente per collegarsi con il punto al quale si stima sia Julen.

13.30 Una volta raggiunti i 60 metri, sarà il turno dei membri della Mina Salvation Brigade di Hunosa, in Austria.

13.25 Terminata la manutenzione, il lavoro è stato ripreso e sono stati raggiunti i 53 metri. Secondo il coordinatore, la perforatrice continuerà a "combattere e lavorare con molto impegno e con molto incoraggiamento da parte dell'intero team per raggiungere il prima possibile il livello a cui si vuole arrivare e poter iniziare i lavori di perforamento della galleria orizzontale".

13.15 Giunti a 52 metri, 8 metri dalla porta, si è deciso che il punzone "aveva alcune modifiche e meccanismi di manutenzione". La perforatrice è al momento ferma per manutenzione.

13.05 Le trivellazioni a Totalán (Málaga) per salvare Julen, il figlio di due che è caduto in un pozzo domenica, ha raggiunto i 53 metri dopo i lavori di manutenzione.

12.55 Questa domenica si è appreso che il tunnel verticale per salvare Julen raggiunge già 40 metri di profondità rispetto ai 60 previsti. La perforazione ha già attraversato una zona di materiale molto duro in un terreno complicato.

12.35 La mattina presto di oggi, le squadre di soccorso che lavoravano alla costruzione di un tunnel parallelo al pozzo di Totalán (Málaga) dove Julen, il bambino di due anni, è caduto otto giorni fa. sono riusciti a perforare 52 dei 60 metri richiesti dal momento che le macchine trovano ancora materiale molto duro da forare.

12.32 Una gabbia costruita per questo lavoro farà scendere i minatori e il materiale attraverso il tunnel verticale e tutte le trivellazioni avranno "strutture di aerazione per avere un'atmosfera pulita per lavorare", ha affermato il delegato del College of Mining Engineers.

Successivamente ci saranno "almeno due uomini a quella profondità, con il rischio aggiuntivo di polvere e complicazioni per respirare e e non conoscendo lo strato in cui saranno, ma sono disposti a fare tutto e con la certezza che hanno pianificato tutto", ha aggiunto.

12.30 I soccorritori non potranno raggiungere Julen prima di domani. Lo ha spiegato in conferenza stampa Angel Garcia, il coordinatore del gruppo di ricerca che da una settimana scava senza sosta per cerca di salvare il bimbo andaluso di 2 anni precipitato nelle viscere della terra a Totalan, 20 chilometri da Malaga.

Finora sono stati scavati 45 dei 60 metri del tunnel parallelo al pozzo dove è precipitato il piccolo. Sarà proprio in questo tunnel che verrà calata la capsula metallica che permetterà di costruire una galleria orizzontale. Le operazioni hanno trovato ogni genere di difficoltà, non solo causate dal maltempo, ma anche dalla particolare orografia e conformazione geologica del terreno. A rallentare lo scavo è stata anche la presenza di una spessa roccia trovata a circa 18 metri di profondità.

12.15 Poiché le perforazioni verticali non sono ancora state completate, i minatori - che sono arrivati ​​il ​​15 a Totalán (Malaga) - non sanno ancora quando potranno entrare, e quando lo faranno avranno "un compito molto difficile", secondo Lopez-Escobar, che ha ricordato "le difficoltà che sono state con grandi macchinari".

12.04 I minatori, che stanno aspettando di intervenire nelle prossime ore, "continuano con l'illusione di far rivivere Julen e quella speranza li muove, anche se non è facile ", ha aggiunto López-Escobar, che ha incontrato il direttore tecnico di quella brigata.

11.34 Il laborioso e complicato salvataggio diJulen , il bambino di due anni caduto in uno stretto ben 107 metri di profondità a Totalán una settimana fa, ha raggiunto un'ampia eco internazionale.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto