Da Lucca arriva la cronaca di una brutale ed inquietante aggressione. Qualche giorno fa, un ragazzino di 15 anni è stato pestato, senza motivo, da un gruppo di nordafricani. "Cosa hai da guardarci?" gli hanno detto un attimo prima di accerchiarlo. Il giovane è finito in ospedale con una gamba rotta ed ecchimosi su tutto il corpo. Serena Borselli, capogruppo della lista civica Lucca in Movimento, preoccupata in quanto mamma ha lanciato l'allarme.

Pubblicità
Pubblicità

'Cos'hai da guardare?'

Il giovane, studente dell'Istituto Scientifico Tecnico Professionale Enrico Fermi, secondo una prima ricostruzione, si trovava con alcuni amici in piazza Napoleone, nel centro storico di Lucca, intorno alle 19.30 . Ad un certo punto un gruppetto di ragazzi nordafricani l'ha preso di mira: "Cos'hai da guardare?" lo hanno apostrofato un secondo prima di aggredirlo e di picchiarlo selvaggiamente; senza un vero motivo, ma solo per uno sguardo di troppo.

Pubblicità

Inutile l'intervento degli amici: il 15enne ha riportato lividi, qualche contusione e una brutta frattura alla gamba. Una volta tornato a casa, ha raccontato l'accaduto ai genitori e si è recato presso il vicino pronto soccorso. Il personale sanitario, dopo averlo visitato, lo ha medicato ed ingessato.

Il ragazzo e la famiglia hanno già sporto denuncia ai carabinieri e gli inquirenti hanno quindi aperto un'inchiesta. Per ora, pare proprio che lo studente si sia trovato, suo malgrado, protagonista di un'assurda e folle "attestazione di potere".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera Pd

L'intervento di Serena Borselli

Quanto accaduto poche sere fa in Piazza Napoleone ha scosso la piccola e tranquilla città di Lucca. Serena Borselli, nelle scorse ore, è voluta intervenire. Non in qualità di semplice consigliere comunale, ma in veste di cittadina e, soprattutto, di mamma di due ragazzini (di cui uno adolescente).

La capogruppo di Lucca in Movimento ha spiegato di essere preoccupata ed inquieta per quanto accaduto allo studente.

"Stava facendo un giro come i suoi coetanei, quando è stato aggredito brutalmente senza motivo" "Per cosa - si è domandata - per uno sguardo? per avere un pretesto per picchiare, per noia, per gioco?".

La consigliera ha poi ricordato che nel corso di un consiglio comunale straordinario avente come tema proprio la sicurezza, l'assessora con delega alle politiche sociali Lucia Del Chiaro ha dichiarato che Lucca è "un'isola felice".

Pubblicità

Secondo Borselli, però, la città non è più sicura in quanto, nel corso degli ultimi anni, è stata abbandonata a se stessa ed è necessario che il Comune, in proposito, faccia qualcosa di concreto; per questo, facendo appello al sindaco Alessandro Tambellini (Partito Democratico), ha evocato provvedimenti seri.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto