Nella serata di lunedi 4 febbraio, una giovane ragazza calabrese di 26 anni è drammaticamente caduta dalle scale mentre si trovava a casa dei nonni del fidanzato nel comune di Ronciglione, nei pressi di Viterbo. Il giorno successivo al suo ricovero in ospedale, è purtroppo deceduta.

Al momento la dinamica di quanto è accaduto non è stata ancora chiarita: pare che con lei ci fosse il fidanzato. Gli inquirenti hanno iniziato comunque a condurre tutte le indagini del caso per chiarire la dinamica di quanto avvenuto.

Pubblicità

Giovane cade dalle scale e muore: aperta inchiesta

Si chiamava Maria Sestina Arcuri e aveva 26 anni la giovane ragazza calabrese che nella serata di lunedi 4 febbraio è caduta dalle scale di una palazzina dove abitavano i nonni del suo ragazzo nel viterbese. La 26enne era originaria di Nocara, un piccolo comune in provincia di Cosenza.

Dalle ultime informazioni sembra che la giovane sia caduta dalle scale: ciò le avrebbe provocato un violento trauma e un’emorragia cerebrale. A chiamare i soccorsi del 118 è stato il fidanzato della giovane.

I medici, dopo averla stabilizzata sul luogo, l'hanno trasportata d’urgenza all’ospedale “Belcolle” di Viterbo, dove è stata immediatamente ricoverata. Le sue condizioni di salute sono risultate comunque essere subito molto gravi. Al pronto soccorso era infatti giunta in uno stato di coma e nonostante il personale medico abbia tentato di fare il possibile per riuscire a rianimarla, non ci sono riusciti e nella giornata di martedi 5 febbraio è deceduta.

In queste ore gli inquirenti stanno cercando di fare luce sull'intera vicenda.

Pubblicità

Nel corso delle prime indagini il fidanzato della giovane è stato già ascoltato e sarebbe indagato per omicidio. Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera questo sarebbe un atto dovuto per avviare una serie di accertamenti tecnici, che sarebbero invece stati impossibili in caso di assenza di una qualche ipotesi di reato.

La procura di Viterbo intanto, ha disposto sul corpo della 26enne l’esame autoptico per riuscire a fare maggiore chiarezza. Al momento non si esclude nessuna ipotesi, neanche la caduta accidentale.

Nelle prossime ore si dovrebbero avere quindi maggiori informazioni.

La giovane si era trasferita dalla Calabria a Roma per motivi di lavoro. Infatti, lavorava in un salone di bellezza in Via Eritrea, nella zona nord est della Capitale, come promettente parrucchiera. I suoi familiari attendono il ritorno della salma a casa. Intanto a Nocara in moltissimi sono rimasti increduli per la sua tragica e prematura scomparsa.