Nella notte fra il 21 e il 22 aprile a Vighignolo, in provincia di Milano, è stata incendiata la statua in noce dedicata alla staffetta partigiana Giulia Lombardi, uccisa all'età di 22 anni nel 1944 dai fascisti ricostituiti dalla Repubblica di Salò. La natura dolosa dell'incendio ha suscitato indignazione e fatto riaffiorare l'inquietante ombra della nostalgia del nazifascismo. La statua era stata inaugurata appena il 14 aprile scorso.

Intanto Giovedì 25 aprile a Milano i festeggiamenti per il 74esimo anniversario della Liberazione partiranno alle ore 14. In piazza Duomo saranno presenti il sindaco Sala e i sindacati.

Pubblicità
Pubblicità

Incendiata la statua della staffetta partigiana Giulia Lombardi, l'Anpi: 'Gesto intimidatorio'

La scorsa notte a Vighignolo, nell'hinterland milanese, è stata data alle fiamme una statua in legno di noce dedicata alla giovanissima staffetta partigiana Giulia Lombardi, brutalmente trucidata dai repubblichini della Repubblica di Salò nel 1944, mentre la ragazza si recava a lavoro in una filanda, all'età di soli ventidue anni.

Inaugurata appena lo scorso 14 aprile dalle sezioni Anpi di Cornaredo e Settimo Milanese, alla presenza dei sindaci delle due cittadine, la scultura è diventata in poco tempo uno dei simboli della Resistenza partigiana sul territorio milanese.

Milano, bruciata statua dedicata alla partigiana martire del fascismo
Milano, bruciata statua dedicata alla partigiana martire del fascismo

Il monumento commemorativo è stato però crudelmente preso di mira e danneggiato gravemente, appena pochi giorni prima della festa della Liberazione dal nazifascismo: un segno di come la nostalgia del fascismo si stia riaffacciando prepotentemente sulla scena politica e sociale dell'Italia repubblicana, nonostante le numerose minimizzazioni in merito.

L'Anpi milanese, guidata dal suo presidente Roberto Cenati, chiede dunque alle autorità di intervenire per identificare al più presto i responsabili di questo ignobile gesto che offende tutta la dedizione e gli sforzi di coloro che si sono sacrificati per la libertà dell'Italia e al contempo la Costituzione, su cui poggiano i valori fondanti dell'Italia repubblicana.

Pubblicità

L'appuntamento di Milano per il corteo della festa della Liberazione

Intanto nella giornata di giovedì 25 aprile Milano commemorerà la ricorrenza della Liberazione dal nazifascismo in Italia con un corteo che partirà da corso Venezia alle ore 14. I manifestanti arriveranno poi in piazza Duomo, dove si celebrerà il 74esimo anniversario della Liberazione. Saranno presenti il sindaco di Milano Giuseppe Sala, la presidente nazionale dell'Associazione dei partigiani (Anpi) Carla Nespolo, i segretari di Cigl, Cisl e Uil e il segretario nazionale del Partito Democratico Nicola Zingaretti.

Clicca per leggere la news e guarda il video