E' stata una Pasqua di angoscia ed apprensione per i familiari di Michael Costa. Il ragazzo, 25 anni, nato in provincia di Mantova (ad Asola), ma residente a Piadena (in provincia di Cremona) ieri ha fatto perdere le sue tracce mentre era impegnato in un'escursione sul monte Guglielmo, vetta delle Prealpi Bresciane. La sua auto è stata rinvenuta a Zone (piccolo centro sempre in provincia di Brescia). Le ricerche - che vedono impegnati anche gli uomini del soccorso alpino - sono scattate in tarda serata.

Pubblicità
Pubblicità

L'escursione sul Monte Guglielmo

Ieri mattina, sabato 20 aprile, Michael, ha lasciato la sua abitazione di Vho (frazione del comune cremasco di Piadena) e, con la sua auto, si è diretto verso la vicina provincia bresciana. Amante delle camminate in montagna, il giovane, voleva fare un'escursione sul Monte Guglielmo (1.957 metri s.l.m.), cima panoramica affacciata sul Lago d'Iseo.

Diversi percorsi conducono alla vetta, ma una delle passeggiate più frequentate e suggestive è quella che dal centro abitato di Zone (BS) porta ad una strada sterrata da dove prende il via il cosiddetto sentiero degli gnomi (un tratto boschivo disseminato da statue in legno).

Pubblicità

Probabilmente anche Michael ha scelto questo itinerario: la sua macchina, infatti, è stata ritrovata proprio in un parcheggio del piccolo centro bresciano celebre per le sue scenografiche piramidi.

Nel pomeriggio, intorno alle 15:30, il venticinquenne ha pubblicato sui suoi profili social alcune foto che lo ritraevano durante la piccola gita. Poi, il nulla. Michael non ha più dato sue notizie e, in tarda serata, i familiari non vedendolo rientrare e non riuscendo a mettersi in contatto con lui, si sono preoccupati e hanno deciso di rivolgersi alle forze dell'ordine.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera Viaggi

Le ricerche e l'appello dei genitori

In seguito alla denuncia presentata dai genitori di Michael è scattata l'attivazione della procedura per la ricerca di persone scomparse. Dalle 23 di ieri sera, la quinta delegazione bresciana del Soccorso alpino, i carabinieri, i vigili del fuoco, il Sagf (Scuola alpina della Guardia di Finanza) e semplici volontari sono impegnati nelle ricerche del ragazzo. Le operazioni sono continuate per tutta la nottata (più volte, l'elisoccorso, sfruttando anche la luminosità concessa dalla luna piena, ha sorvolato la zona) e questa mattina, è stato allestito anche un comando per coordinare al meglio le ricerche delle squadre di terra.

I soccorritori sperano, infatti che il giovane si sia perso durante la sua passeggiata e, per questo motivo, abbia cercato riparo da qualche parte. Questa speranza, però, man mano che passano le ore si va via via affievolendo e per la famiglia Costa, quella appena trascorsa, è stata una Pasqua drammatica. Finora, infatti, le ricerche - che si stanno concentrando nei dintorni di Zone e del monte Guglielmo - non hanno portato a nulla.

Pubblicità

I familiari hanno diffuso la foto del ragazzo e lanciato anche un accorato appello: "Chiunque incontri Michael avverta subito le forze dell'ordine o contatti il seguente numero di telefono: 335.7853489".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto