Capita a molti bimbi farsi la pipì addosso, soprattutto in tenera età. Ebbene, la reazione di un genitore americano alla vista del figlio che si era urinato addosso non è stata proprio quella contemplata dai manuali di pedagogia. Il 32enne Gregory Allan Wilson, la scorsa estate, aveva abbandonato il figlioletto di 5 anni in una foresta del Minnesota. Voleva punirlo. Il castigo era dovuto al fatto che il minore si era fatto la pipì addosso e quindi si era bagnato.

Secondo quanto hanno riportato alcuni quotidiani italiani e internazionali, con l'autorevole Sun, il bambino era stato lasciato solo da Gregory Allan e dalla sua compagna, Lynda Michel, in una città del Minnesota denominata San Pietro.

Lividi in diverse parti del corpo

A scoprire il piccolo, in lacrime e impaurito, era stato un automobilista. A quest'ultimo il minore aveva confessato di essere stato abbandonato poiché troppo cattivo, per essersi urinato addosso.

L'automobilista si era subito accorto di qualcosa di allarmante, oltre all'urina sui panni del minore: quel bimbo era stato anche sculacciato. Non gli erano sfuggiti i lividi ai glutei e alla schiena del ragazzino. Grazie a tale automobilista sono state avviate le indagini che hanno permesso di risalire ai due genitori americani, i quali hanno ammesso di aver voluto punire il minore. Wilson ha spiegato agli inquirenti che voleva punire il figlio senza eccedere, insomma voleva dargli la tipica lezione dopo un errore. Parole alquanto opinabili, visto che nella foresta dove era stato abbandonato il piccolo vi erano gli orsi.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Curiosità

Il primo verdetto: la condanna di Wilson

Dopo aver lasciato il bambino nel bosco, la coppia sarebbe tornata sul luogo dell'abbandono. Non vedendo nessuno, i due sarebbero tornati indietro. Alla fine l'intervento dell'automobilista si è rivelato provvidenziale, il piccolo è stato ritrovato e la storia ha avuto un lieto epilogo. O meglio, lieto per il bimbo e meno lieto per i genitori, in quanto i loro nomi sono finiti sulle carte dei tribunali.

Il fatto risale all'agosto del 2018, un anno esatto fa. Ebbene, dopo un anno, è arrivato il primo verdetto: Gregory Allan Wilson è stato condannato a un mese di carcere della contea di Nicollet, nel Minnesota, per aver abbandonato il figlio nella foresta dopo averlo sculacciato.

Minnesota ospita gli orsi bruni

Il padre americano aveva ammesso di aver detto al figlioletto di uscire immediatamente dall'auto e badare a se stesso.

Il signor Gregory però non aveva messo in conto i pericoli a cui sarebbe andato incontro il figlio. Si dà il caso infatti che il Minnesota ospita gli orsi bruni, l'anno scorso tali animali sono stati avvistati anche nella contea di Nicollet. La Polizia ha confermato di aver trovato il bimbo con lesioni multiple ai fianchi, alla schiena e ai glutei. Ora il minore è in affidamento ai servizi sociali.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto