Maltempo da brividi nella penisola salentina. L'allerta meteo della Protezione Civile già da ieri aveva allarmato i cittadini di Puglia, Calabria e Basilicata e aveva definito l'allerta arancione il maltempo su tutta la Puglia, e rossa per alcune zone della Basilicata.

La provincia di Lecce è stata una delle zone più colpite e il 90% dei Comuni ha optato per la chiusura delle scuole nella giornata di oggi, martedì 12 novembre. A Lecce sono stati chiusi anche luoghi pubblici (biblioteche, luoghi universitari) e parchi pubblici.

Effettivamente, questa si è rivelata la scelta più azzeccata in quanto quello che si è verificato stamane è un maltempo poche volte visto prima. Nella zona di Mesagne (provincia di Brindisi) si è verificata una tromba d'aria che ha attraversato tutta la città (riportata nella photogallery di questo articolo). Tra Muro Leccese e Maglie si sono registrate burrasche di pioggia e vento che hanno allagato strade e ponti e hanno sradicato alberi e divelto muretti. Alcuni muri di recinzione sono stati letteralmente sbriciolati dal maltempo. A Santa Cesarea si sono verificate onde alte 5 metri.

Maltempo spaventoso: alberi caduti su case

Tanti gli alberi sradicati dal forte vento, alcuni dei quali purtroppo caduti su alcune abitazioni. Ancora adesso le campagne sono allagate e, in alcuni casi, ci sono stati tanti disagi con strade impraticabili per gli alberi caduti. Alcuni sottopassaggi sono stati chiusi.

Sono state centinaia le chiamate ai Vigili del fuoco per richiedere soccorsi. A Soleto, in provincia di Lecce, si sono registrati interventi già alle 6 del mattino mentre a Ugento, nella stessa provincia, ci sono state almeno una ventina di chiamate per alberi caduti, cittadini bloccati e pali franati.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Previsioni Meteo

Tanti disagi anche nel capoluogo del Salento, Lecce, dove in Piazza Italia si è aperta addirittura una piccola voragine nel terreno. Numerosi gli alberi sradicati. In via Torre Mozza è caduto un intero muretto, mentre in via Chiatante e via Teodoro Pellegrino sono caduti due pali delle telecomunicazioni. Le segnaletiche, soprattutto su Via del Mare in direzione San Cataldo, sono state fatte in frantumi o piegate dal vento. Disagi pure a Nardò dove due alberi hanno bloccato la strada Li Santi e i vigili del fuoco stanno lavorando per renderla nuovamente aperta al traffico.

A Spongano il forte vento ha scoperchiato il tetto del palazzetto dello sport. Tanti danni anche a Maglie, Galatina, Casarano, Veglie, Lizzanello, Collepasso e Taurisano dove un albero è caduto nei pressi della scuola "Vanini". Ad Alessano danneggiata la palestra dell'Istituto "Salvemini".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto