Con un coltellaccio da trenta centimetri in mano e un passamontagna in testa, ha tentato di rapinare una donna che la scorsa sera passeggiava in via Azuni, ad Iglesias. Per fortuna – grazie all’intervento di un maresciallo dell’Esercito che passeggiava per le vie del centro – il giovane S.G., 21 anni, di Iglesias, con diversi precedenti penali alle spalle, è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di Iglesias, dopo che il militare dell’Esercito è riuscito ad inseguirlo e bloccarlo. Il 21enne, durante la fuga, si è anche liberato del coltello con una lama da 30 centimetri (recuperato dai Carabinieri), lanciandolo sotto un’auto in sosta.

Ora il giovane – dopo tutti i controlli di rito – è stato accompagnato nella sua abitazione, dove è rimasto agli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima, che si svolgerà oggi in un’aula del Tribunale di Cagliari. La povera donna, 57enne, è stata immediatamente soccorsa dai passanti ed è stata accompagnata al Pronto Soccorso dell’ospedale C.T.O. di Iglesias. I medici – dopo averla medicata – le hanno assegnato dieci giorni di cure per “traumi contusivi provocati dalla caduta”.

La donna era in stato di shock.

Un'aggressione improvvisa

Erano da poco passate le 18 e 30 della scorsa sera, in via Azuni, ad Iglesias, quando è andata in scena la tentata rapina. Secondo quanto ricostruito dagli investigatori dei Carabinieri la 57enne stava passeggiando tranquillamente per le vie del centro quando è stata aggredita alle spalle da S.G. Il 21enne infatti – dopo essersi coperto il viso con un passamontagna – si è avvicinato furtivamente alla vittima e l’ha minacciata con il coltello, tentando di strapparle la borsetta.

La donna però – strattonata – è caduta rovinosamente per terra e di fatto ha impedito al giovane di portarle via la borsa. A quel punto il 21enne – accortosi di non riuscire a mettere a segno la rapina – si è dato alla fuga a gambe levate. Durante la folle corsa – inseguito dal militare dell’Esercito – nella vicina via Pescivendoli, si è disfatto del coltellaccio lanciandolo sotto un’auto in sosta.

Nel frattempo i passanti che avevano assistito alla scena, hanno chiamato immediatamente il 112 e in brevissimo tempo una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Iglesias – coordinata dal capitano Giovanni di Nuzzo – ha raggiunto la zona.

L’arresto del giovane

La fuga del 21enne, fortunatamente, è durata davvero poco. Nel senso che il maresciallo dell’Esercito – grazie al suo sangue freddo - in brevissimo tempo è riuscito a raggiungerlo e ad immobilizzarlo. Non è stato però facile bloccarlo, in attesa dell’intervento del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia dei Carabinieri di Iglesias.

I militari – intervenuti in maniera rapidissima - l’hanno ammanettato e sono andati alla ricerca del coltello utilizzato per la tentata rapina ai danni della 57enne. L’hanno recuperato nelle vicinanze, in via dei Pescivendoli, proprio sotto un'auto in sosta. A quel punto – dopo aver ascoltato diversi testimoni e il maresciallo dell’Esercito – hanno arrestato il giovane e l’hanno portato in caserma con la pesante accusa di tentata rapina. Ora il giovane dovrà trovarsi un buon avvocato che lo difenda dalle accuse mosse dalla Procura, messe nero su bianco dai Carabinieri.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!