Ha nascosto due chili e mezzo di eroina in un pacco contenente un albero di Natale di plastica e – per evitare i controlli – ha inviato il tutto, dal Lazio alla Sardegna, attraverso un corriere espresso. Il giovane cagliaritano di 21 anni, però, è stato intercettato al porto di Olbia dagli uomini della Guardia di Finanza di Olbia, che l’hanno arrestato con la pesante accusa di traffico di droga. L’eroina, purissima, una volta immessa nel mercato al dettaglio delle sostanze stupefacenti, avrebbe potuto fruttare oltre un milione di euro.

L’operazione, denominata “Black Friday”, è stata sventata anche grazie alla collaborazione delle Fiamme Gialle di Frosinone che – messe in allerta dai colleghi di Olbia – hanno recuperato in un centro smistamento pacchi li vicino, il plico contenente un albero di Natale, al cui interno erano stati occultati i due chili e mezzo di eroina purissima. Il giovane – dopo tutti i controlli di rito – è stato arrestato dai finanzieri e ora si trova in una cella del carcere di Nuchis, in attesa di essere ascoltato dal pubblico ministero che si occuperà del caso. Le indagini sono ancora in corso: bisognerà infatti capire a chi fosse destinata tutta quella droga.

I controlli al porto di Olbia

I militari della Guardia di Finanza di Olbia – coordinati dal capitano Carlo Lazzari – come spesso accade, stavano controllando gli sbarchi al porto “Isola Bianca” di Olbia. Durante un normale controllo hanno fermato un’auto, con a bordo un giovane cagliaritano di 21 anni, che era partito la sera prima dal porto di Livorno. Con l’aiuto dei cani antidroga i finanzieri hanno iniziato i controlli sull’auto, che però hanno dato esito negativo. Insomma il giovane non trasportava nessun tipo di droga.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Cronaca Nera

A quel punto però i militari delle Fiamme Gialle hanno chiesto come mai il giovane si fosse trattenuto fuori dalla Sardegna per 24 ore e hanno ricevuto soltanto risposte che non avevano nessun senso. Anche perché hanno scoperto che il 21enne – prima di imbarcarsi sul traghetto diretto a Olbia – aveva spedito in Sardegna un pacco regalo di Natale (dal peso di dieci chili), attraverso un corriere espresso. E alla domanda dei finanzieri sul perché avesse spedito quel pacco e non l’avesse portato con se, il giovane non ha saputo dare delle spiegazioni plausibili.

Il pacco di Natale

Insospettiti dall’atteggiamento del giovane, gli uomini delle Fiamme Gialle di Olbia hanno allora contattato i colleghi di Frosinone che sono andati alla ricerca del pacco natalizio. L’hanno trovato in un centro di smistamento nelle vicinanze della cittadina del Lazio e – su ordine della Procura della Repubblica di Tempio – l’hanno aperto. Il plico conteneva un albero di Natale di plastica – dal peso di dieci chili – al cui interno erano stati occultati quattro panetti di eroina purissima dal peso di due chili e mezzo.

A quel punto – considerando che il pacco risultava essere stato spedito in Sardegna dal giovane cagliaritano – hanno contattato i colleghi di Olbia che hanno stretto le manette ai polsi del 21 enne con la pesante accusa di traffico di droga.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto