Sono state distrutte, tramite incenerimento, le carni suine provenienti dalla Cina e sequestrate a Padova dalla Guardia di Finanza. La merce pesava circa 10 tonnellate ed era infetta dalla peste suina africana. Sarebbe stata introdotta in Italia in modo illegale.

Immediato incenerimento della carne suina sequestrata a Padova

I responsabili della sanità di Padova hanno ordinato l'immediata distruzione per la grande quantità di carne, sequestrata dalla Guardia di Finanza. I sanitari dell'Ulss 6 Euganea, dopo averla esaminata, hanno ritenuto il prodotto suino potenzialmente molto pericoloso.

Grazie al controllo avvenuto alla dogana sui camion, la Guardia di Finanza di Padova ha potuto evitare seri problemi ai consumatori. Il colonnello Fabio Dametto e la sua squadra, ottenuta la segnalazione, hanno provveduto all'intercettazione di un mezzo pesante, per gli opportuni accertamenti.

Il camion proveniva dalla Cina e aveva attraversato Rotterdam. Le forze dell'ordine italiane, in seguito alla verifica, hanno scoperto la carne infetta. Il mezzo era provvisto di un doppio fondo, come i camion usati per il trasporto di droga e sostanze illegali o proibite.

Sono quindi seguiti gli opportuni e doverosi accertamenti sui prodotti trasportati e sulla loro provenienza. I responsabili sanitari italiani hanno subito deciso di distruggere il carico. La pandemia di peste suina sta procurando grandi danni al bestiame asiatico.

Si stima che nell'arco di un anno, tempo in cui la malattia è presente negli allevamenti di bestiame, siano stati uccisi oltre 5 milioni di suini contagiati.

Il carico trasportato dal camion avrebbe dovuto rifornire una delle aziende, situate nella zona industriale di Padova.

Il controllo della provenienza è importante

I destinatari finali della carne suina infetta sarebbero stati ristoranti etnici del capoluogo veneto e della provincia. Nel camion, a un primo controllo sono apparsi ortaggi, immediatamente sottoposti a sequestro. I vegetali servivano a nascondere la carne suina e a sviare i controlli.

Il Capodanno cinese si sta avvicinando e chi è immigrato acquista carne di maiale, pagandola a qualsiasi prezzo. L’imprenditore cinese è stato segnalato alla Procura della Repubblica di Padova, per ulteriori provvedimenti. Gli inquirenti stanno cercando di individuare i vari ristoranti che attendevano la consegna della carne suina. Diviene indispensabile, prima di ogni acquisto, verificare le etichette e conoscere l'origine di ogni prodotto. Specialmente nel caso di carne suina estera ma anche per tutto ciò che non segue le norme sanitarie e i controlli italiani.

Segui la pagina Salute
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!