Il virus Sars-CoV-2, nome scientifico dell'epidemia conosciuta comunemente con il nome di Coronavirus, ha raggiunto anche la Regione Campania. Sono due, infatti, i tamponi risultati positivi e inviati all'U.O.C. (Unità Operativa Complessa) 'Lazzaro Spallanzani' di Roma, struttura ospedaliera specializzata in malattie virali ed epidemiologiche. Intanto si attende la comunicazione ufficiale da parte del Ministero della Salute.

Due donne, una del casertano e una del salernitano

Si tratta di due donne.

Una ragazza di ventiquattro anni di età, originaria e residente nel casertano, senza febbre, già visitata in precedenza e mandata a casa perché stava bene, in quanto era asintomatica, ed un'altra di Vallo della Lucania, centro abitato della provincia di Salerno. Ad annunciarlo è stato Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania, attraverso un post pubblicato sulla propria pagina Facebook istituzionale.

'È di soli pochi minuti fa la notizia che abbiamo inviato a Roma un tampone risultato positivo e per il quale attendiamo riscontro' - ha scritto sulla propria bacheca del noto social network il governatore De Luca.

Coronavirus in Campania: tende da campo fuori dagli ospedali

Ecco che i primi possibili casi di coronavirus si fanno registrare anche nelle regioni del Sud Italia. In Campania verranno allestite tende da campo all'esterno degli istituti ospedalieri per effettuare i tamponi. È stata predisposta anche la fornitura di ben quattrocentomila mascherine professionali protettive e l'acquisto di un'ambulanza appositamente attrezzata per il trasporto di pazienti risultati positivi al test del Coronavirus, in aggiunta al mezzo di soccorso già in dotazione all'ospedale dei Colli Aminei di Napoli.

Queste le notizie diffuse dal presidente De Luca nel corso di una conferenza stampa svoltasi nel pomeriggio di oggi, mercoledì 26 febbraio 2020, presso il palazzo Santa Lucia, sede della Regione Campania, con la quale il governatore ha voluto raccomandare ai cittadini campani di non intasare per futili motivi il Pronto Soccorso.

A Napoli scuole chiuse fino a sabato per igienizzazione

E a Napoli, il primo cittadino, il sindaco Luigi De Magistris, ha ordinato la chiusura di tutti gli istituti scolastici di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale fino alla giornata di sabato 29 febbraio.

La decisione è stata presa per permettere di effettuare azioni straordinarie di pulizia, attraverso l'igienizzazione e la sanificazione degli ambienti scolastici. 'Non bisogna lasciarsi prendere dal panico. È solo un modo per stare più sicuri e sereni' - ha dichiarato la fascia tricolore partenopea.

Segui la nostra pagina Facebook!