Grandissima paura per Francesca Dallapè. La tuffatrice, che nel corso della sua carriera ha vinto medaglie olimpiche [VIDEO], mondiali ed europee, è stata vittima di una rapina durante la quale è caduta e si è ferita. I ladri, nel momento in cui si sono accorti di non essere soli in casa, sono fuggiti con otto medaglie europee, una medaglia olimpica e le due medaglie mondiali. Il bottino è stato poi ritrovano vicino alla casa della donna. Il tutto è avvenuto in presenza della figlia della Dallapè.

A raccontare la vicenda è la stessa atleta nel suo profilo Instagram.

Francesca Dallapè: 'Non so ancora se le contusioni possano incidere sulla mia carriera'

La Dallapè ha raccontato tutta la sua vicenda attraverso un lungo profilo Instagram: "Ieri sera, rientrando a casa con mia figlia Ludovica, ho vissuto un grande terrore. Entrando in casa, al buio, ho visto subito la presenza di due sagome. In quel momento ho provato una paura devastante, ma il fatto che con me fosse presente mia figlia mi ha permesso di trasformare la paura in una grande forza.

Ho urlato a pieni polmoni sperando che i due potessero spaventarsi e per questo scappare. Nel frattempo sono scappata il più velocemente possibile ma nella fuga sono caduta; in quel momento, avevo mia figlia in braccio e per evitare che si facesse male le ho fatto da scudo umano. Nella caduta mi sono procurata delle contusioni e al momento non so quanto essere possano incidere sul proseguimento della mia carriera.

I ladri, nel frattempo, sono scappati e rientrando in casa ho trovato tutto sottosopra. Ho provato un senso di intimità violata. Avevano portato via le medaglie più importanti della mia vita, che non hanno alcun valore economico ma che hanno per me un grande valore affettivo. Rappresentano, infatti, anni di lavoro, fatica e ricordi".

La Dallapè si stava allenando per le Olimpiadi di Tokyo 2020

Francesca Dallapè si era posta come obiettivo quello di partecipare alle Olimpiadi di Tokyo 2020.

La Dallapè dovrebbe, infatti, partecipare con Tania Cagnotto [VIDEO] nel sincro femminile. Le due, durante le Olimpiadi di Rio 2016, riuscirono a vincere un argento olimpico. Al momento, però, non si conoscono le condizioni dell'atleta e non si sa se l'eventuale partecipazione ai giochi possa essere a rischio o meno. Le medaglie che sono state rubate sono state ritrovate in un cespuglio. La vicenda è accaduta nella serata di venerdì 14 febbraio. La squadra mobile della Polizia di Stato di Trento, con il coordinamento della Procura della Repubblica, ha avviato una indagine per appurare ciò che è successo e per rintracciare le due persone che sono state protagoniste di questa vicenda .

Segui la nostra pagina Facebook!