Poche ore fa si è riaperta "l'allerta pantera" in Puglia con la notizia di un nuovo avvistamento, stavolta nel Molise. Ci sono state tre segnalazioni dalle campagne del Limosano, a Campobasso. La prima risale al 17 febbraio: un cittadino l'avrebbe vista mentre percorreva un tratto di strada adiacente alle campagne; la seconda è di martedì 18 febbraio: dei contadini l'avrebbero intravista nelle loro terre; la terza ed ultima, per il momento, è riconducibile a ieri, 19 febbraio, nel pomeriggio: la pantera avrebbe tagliato la strada ad un gruppo di passanti.

Tutti avvistamenti sarebbero avvenuti nelle campagne di Limosano, nelle terre di confine tra la Puglia e il Molise. Stamani li ha resi pubblici ai concittadini il sindaco Angela Amoroso che li ha definiti tutti attendibili, ma ha tranquillizzato la città: "Ho attivato subito il protocollo e il giro di perlustrazione delle campagne". Sono stati avvertite le autorità preposte: la Prefettura, la Protezione Civile, il servizio veterinario dell'AsReM, i carabinieri e i forestali. Sono ore di allerta e di panico tra i cittadini di Campobasso e delle zone adiacenti, nell'attesa di nuove notizie in merito.

Inizialmente sembrava uno scherzo

Il sindaco ha aggiunto che inizialmente i carabinieri non avevano dato peso alla faccenda: le foto a loro consegnate dai cittadini erano poco nitide; l'animale era stato ripreso da una distanza eccessiva, tanto da non riuscire neppure a definire se di felino si trattasse; quindi il sindaco aveva ritenuto opportuno non dare l'allarme ed ora ammette di aver pensato ad uno scherzo di cattivo gusto.

Poi, man mano, con altre segnalazioni sono giunte alla prefettura foto più chiare, scattate da cittadini spaventati e confusi tanto da spingere l'Amoroso ad allertare i cittadini e le autorità. Pubblicata ieri su YouTube la video notizia:

Il felino avrebbe attraversato il confine tra la Puglia ed il Molise

La prima segnalazione con annessa video-testimonianza, risale al 17 gennaio scorso tra le campagne di San Severo e nelle settimane a seguire ce ne sono state tante altre tra Foggia, San Nicandro Garganico, Apricena fino ad arrivare alla penultima, nelle campagne di Poggio Imperiale.

Pare che il felino si stia spostando indisturbato da una regione all'altra e sia sfuggito alle gabbie-trappola preposte per trattenere l'animale ed ai Predator (droni) dell'Aeronautica militare che setacciano il territorio dal primo avvistamento.

Il sindaco ha dichiarato che a partire dal 20 febbraio, data odierna, sarà effettuato il giro di perlustrazione ad opera di squadre della forestale e dell'azienda sanitaria che percorreranno i territori rurali a partire dall'area del Limosano, a Campobasso. Intanto dei gruppi di curiosi stanno perlustrando per conto loro le zone interessate al fine di scattare qualche foto ed acquisire notorietà nel web.

La pantera nera è divenuta celebre nel web e su Facebook approdano eventi del tipo: "troviamo la pantera nera".

Segui la nostra pagina Facebook!