Il Coronavirus continua a mietere vittime nel nostro Paese: secondo i dati diffusi il 28 marzo dalla Protezione Civile le vittime sono in totale 10.023, mentre è significativo il numero delle persone guarite, 1.434 secondo quanto informano le autorità (i malati di Covid-19 sono quindi 3.651 in più rispetto al giorno precedente). Circa 5.974 sono i nuovi infetti, numero che è rimasto sostanzialmente invariato nelle ultime 24 ore. Si tratta di un trend in leggero calo rispetto ai giorni precedenti. Le misure restrittive imposte fin dal giorno 11 marzo dal Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, continueranno anche nelle prossime settimane.

Si andrà quindi oltre il 3 aprile, la data fissata per la fine della quarantena e la ripresa delle attività produttive, nonché di quelle scolastiche.

Angelo Borrelli: 'Quasi triplicato il numero dei guariti'

Secondo quanto riferito da Angelo Borrelli, il numero dei guariti è quasi triplicato. Il Capo della Protezione Civile però avvisa che questi dati vanno presi con le molle, in quanto le notifiche dei test effettuati sui tamponi giungono in ritardo. Pier Luigi Lopalco, capo della task force Covid-19 in Puglia, precisa che i numeri che sono stati forniti nella giornata di sabato si riferiscono a tamponi eseguiti verso il 24 marzo, se non prima. Secondo il professionista le misure di contenimento varate nelle scorse settimane dal Governo centrale sono state più efficaci al Sud, dove in questi giorni si registra un rallentamento dei nuovi casi, anche se di poco.

La situazione invece è stata completamente diversa in Lombardia dove gli effetti delle misure di contenimento si sono visti in leggero ritardo, in quanto l'epidemia da Covid-19 era molto diffusa e la gente ha continuato ad infettarsi stando a casa o andando al lavoro: anche qui comunque si registra una lieve flessione dei casi.

Il Premier: 'Subito 400 milioni di euro per fare la spesa'

In serata il Premier Giuseppe Conte ha parlato nuovamente alla nazione ed ha annunciato importanti misure economiche a sostegno delle fasce di popolazione più deboli. Da Palazzo Chigi giunge la notizia infatti che il Governo avrebbe intenzione di stanziare 400 milioni di euro da destinare a tutti i comuni italiani per poter aiutare le persone che, in questo periodo di quarantena, si trovano in difficoltà.

Conte ha anche dichiarato che metterà in condizione l'Inps di poter erogare entro il 15 aprile la cassa integrazione in deroga per tutti i lavoratori che ne hanno bisogno. Il Presidente fa poi sapere che ad inizio della prossima settimana sentirà gli esperti del comitato tecnico-scientifico per poter prendere ulteriori decisioni sulle misure di contenimento da adottare nelle prossime settimane.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!