In Romania cresce l'impatto della epidemia da Coronavirus. In base all'aggiornamento diramato dal Gruppo di comunicazione strategica nazionale questa mattina, 28 marzo, alle ore 10, in Romania risultano 1.452 persone contagiate dal coronavirus. Registrati inoltre alla stessa data 30 decessi.

Coronavirus in Romania: effettuati 19.663 test

Nelle ultime 24 ore, sono stati registrati 160 nuovi casi da Covid-19. Sono 1.452 casi confermati in Romania. Il dato dei morti, invece, parla di 30 persone. Tra le ultime vittime in Romania: un uomo di 74 anni, della contea di Hunedoara, ricoverato nella sezione di oncologia all'ospedale di Deva con una gravissima neoplasia; una donna di 60, una di 71 ed una di 74, tutte e tre ricoverate nella sezione di malattie infettive di Arad; un uomo di 81 anni di Bucarest, ricoverato all'Istituto Nazionale di Malattie Infettive Matei Balș; un uomo di 65 anni con malattie cardiovascolari, della contea di Timis.

L'uomo era stato ricoverato il 10 marzo ed il 25 marzo era entrato in terapia intensiva. Solo il 27 marzo, ovvero il giorno della sua morte, è stato confermato positivo al Coronavirus.

Ad oggi, inoltre, sono stati elaborati 19.663 test a livello nazionale, di cui 1.277 in unità mediche private. 139 persone sono state dichiarate guarite e sono state dimesse dagli ospedali (54 a Timisoara, 55 a Bucarest, 16 a Iași, sei a Craiova, sei a Costanza e due a Cluj). Sono in quarantena istituzionalizzata 7.801 persone, mentre 131.367 persone sono in isolamento a casa, sotto controllo medico. Nei reparti di terapia intensiva sono ricoverati 34 pazienti, di cui 25 in gravi condizioni. Per quanto riguarda i romeni all'estero, i dati comunicati dal Gruppo di Comunicazione Strategica indicano 67 romeni contagiati da Coronavirus, dei quali 52 in Italia, quattro in Spagna, due in Namibia, due in Indonesia, tre in Francia, uno in Tunisia, uno in Irlanda, uno in Gran Bretagna ed uno in Lussemburgo.

Inoltre, 11 romeni all'estero hanno perso la vita dall'inizio della pandemia, di cui otto in Italia, due in Francia ed uno in Gran Bretagna.

Coronavirus: nuove misure restrittive a Bucarest

Solo nella giornata di ieri, venerdì 27 marzo, il Comitato Municipale di Emergenza di Bucarest ha deciso che tutti i parchi della capitale romena resteranno chiusi a partire da oggi, sabato 28 marzo.

Si tratta di una nuova misura per combattere la diffusione del COVID-19. Sono previste multe fino a 5.000 lei per chi dovesse violare la prescrizione. "Speriamo che - ha dichiarato al riguardo il vicesindaco della capitale, Aurelian Bădulescule - le persone capiscano e che la raccomandazione venga rispettata.

In tutti gli ingressi dei parchi ci sono segnali visibili del divieto di accesso. Questo provvedimento rimarrà valido fino a quando lo stato di emergenza non sarà revocato". Previste anche altre misure per il contenimento della diffusione dell'epidemia. Diversi hotel di Bucarest saranno messi a disposizione per i medici, in particolare di quelli che lavorano negli ospedali per malattie infettive e che, al rientro dal lavoro, vogliano isolarsi per non mettere in pericolo le loro famiglie.

Intanto, in Romania sono arrivate stamattina 100.000 tute protettive, trasportate dalla Corea del Sud con un aereo della NATO. "La Romania è preparata a far fronte quanto meglio a questa epidemia" ha dichiarato oggi il presidente Klaus Iohannis, dopo aver visitato l'ospedale da campo allestito nei pressi della capitale.

La struttura era stata utilizzata come sezione esterna di malattie infettive già durante il contrasto all'Ebola.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la pagina Salute
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!