Un bambino di 8 anni è deceduto all'alba di giovedì, 23 aprile, in provincia di Foggia. Il piccolo aveva manifestato dei malori sin dalla sera precedente, subito dopo la cena, e nel corso della notte è peggiorato. I sanitari dell'ambulanza, al loro arrivo, hanno solo potuto constatare il decesso. Dino Marino, ex consigliere comunale, ha aspramente criticato il protocollo seguito: i soccorsi avrebbero indugiato troppo ad arrivare.

Florin è morto per un malore improvviso a 8 anni, dopo aver mangiato una bistecca: forse si è trattato di una peritonite

Il piccolo Florin di otto anni si è sentito male subito dopo aver cenato con una bistecca. I sintomi che il piccolo presentava erano vomito e diarrea, ma le sue condizioni sono via via peggiorate durante la notte, tanto da far chiamare i soccorsi. All'alba di giovedì scorso, il bambino non ce l'ha fatta ed è morto subito dopo l'arrivo dell'ambulanza. La tragedia è avvenuta a Chieuti, un paesino in provincia di Foggia. Florin, di origini rumene, viveva con i suoi genitori, entrambi dell'Est Europa. All'arrivo delle forze dell'ordine sarebbero stati eseguiti i tamponi SarsCov2 a tutta la famiglia, ma questi sono risultati tutti negativi.

Adesso, il corpicino di Florin si trova presso l'obitorio di San Severo per essere sottoposto ad esame autoptico. Solo con l'autopsia si potrà chiarire la causa della morte improvvisa del bambino di otto anni. Si ipotizza che il malore fulminante di Florin sia stato causato da una peritonite, ma non si escludono altre ipotesi come una possibile malformazione cardiaca.

Dino Marino ha attaccato il protocollo seguito: si muore più per burocrazia che per Covid-19

La triste vicenda del bambino di otto anni morto all'improvviso ha scosso l'intera comunità. Dino Marino, ex consigliere regionale e presidente della Commissione Sanità ha espresso il suo parere su quanto accaduto a Chieuti. "È colpa di chi ha avallato questo protocollo senza senso", ha affermato Marino, "Si sta tralasciando il diritto all'assistenza ".

Sono parole aspre quelle dell'ex consigliere che ha denunciato la scarsa tempestività dell'intervento. Quando è stato chiamato il 118, infatti, temendo un caso Covid-19, i genitori sono stati invitati a rivolgersi alla guardia medica che non è andata sul posto.

I soccorsi non sono arrivati subito, come spiega Dino Marino, ma solo quando sono stati sollecitati dalle forze dell'ordine. Al loro arrivo, purtroppo, il bambino era già morto e non c'era più niente da fare. Con rabbia, Dino Marino ha concluso: "Si muore più per burocrazia che per Covid-19". Il pesante intervento dell'ex consigliere ha sollevato diverse opinioni che si sono susseguite sotto il post scritto su Facebook.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la pagina Salute
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!