Si chiamava Davide Trudu e aveva 30 anni, l'agricoltore originario di Samassi (Cagliari) in Sardegna, che è morto per una caduta dal trattore guidato da un suo amico. Quest'ultimo ora è indagato per omicidio stradale ed omissione di soccorso.

La ricostruzione dei fatti

I due ragazzi erano diretti in un terreno agricolo, per il recupero delle balle di fieno per il foraggio. Quando, all'improvviso Davide Trudu è caduto accidentalmente dal mezzo, sbattendo il cranio sul terreno. Il 30enne è stato prelevato dall'elicoambulanza per il trasporto all'ospedale Brotzu a Cagliari, ma le sue condizioni sono apparse subito critiche e a nulla è servito il ricovero nel reparto di rianimazione.

Il ragazzo non si è mai svegliato dal coma nel quale era caduto dopo l'incidente, e nella sera del 17 maggio il suo cuore ha smesso di battere: il giovane si è spento. La madre ha acconsentito alla donazione degli organi.

Le indagini in corso

Sulla base dei primi rilievi effettuati dai Carabinieri, l'amico ha fatto salire Davide Trudu sul parafango posteriore del trattore New Holland, in una posizione pericolosa. Il giovane ha perso l'equilibrio, o forse è scivolato ed ha impattato in modo violento sul terreno. Il suo amico non si è fermato ed è stato rintracciato immediatamente dalle forze dell'ordine, che stanno cercando di capire perché il conducente non abbia prestato i dovuti soccorsi al suo amico.

Secondo la ricostruzione dell'accaduto Davide Trudu aveva chiesto uno 'strappo' al suo amico intorno alle ore 20:00 del 16 maggio, ed era saltato sul mezzo, cadendo poi dallo stesso 50 metri dopo, in via Salvo d'Acquisto. Ulteriori ipotesi in merito hanno rivelato che il giovane era in piedi sul trattore, che è ora sotto sequestro.

Per questo motivo non sarebbe riuscito a mantenere l'equilibrio sul mezzo in movimento.

Chi era Davide Trudu

Il ragazzo era molto conosciuto a Samassi, poiché partecipava ogni anno, con il suo cavallo alla processione di Sant'Isiodoro. Un intero Paese piange la triste perdita del 30enne: un giovane sempre sorridente, solare benvoluto da tutti, un gran lavoratore, specialmente in agricoltura.

Questo è ciò che raccontano di lui i compaesani, afflitti da questo episodio di Cronaca Nera, che ha portato via un bravo ragazzo sardo. Il sindaco Enrico Pusceddu ha dovuto dare la notizia della sua morte e l'ha fatto con queste parole: "Ciao, Davide"; un saluto pieno di commozione che ha coinvolto anche i concittadini, che fino alla fine hanno sperato in un risvolto differente, volto alla guarigione del ragazzo. Purtroppo ciò non è avvenuto: la vita di Davide Trudu si è interrotta troppo presto nel commiato della famiglia, della sua ragazza e di tutti coloro che lo conoscevano e gli volevano bene: "Fai buon viaggio caro Davide".

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!