Una zia e i suoi due nipotini questa mattina 4 luglio hanno rischiato di annegare sulla spiaggia del lido Granchio Rosso, sito in località Punta Penne, sulla costa nord di Brindisi. Secondo quanto riferiscono i media locali, i tre erano entrati in acqua per fare un bagno, quando all'improvviso non hanno più sentito il fondale sotto ai piedi. Sull'Adriatico quest'oggi spira anche un forte vento di maestrale che sta provocando mareggiate piuttosto intense in tutta la zona. All'improvviso la donna e i ragazzini, che avevano 12 e 9 anni, sono rimasti in balia delle onde, intrappolati in una risacca.

In prima battuta alcuni bagnanti si sono tuffati, cercando di far uscire dall'acqua i malcapitati. Pochi istanti dopo sono intervenuti due bagnini, uno proveniente dallo stesso lido Granchio Rosso e un altro suo collega è giunto a dar man forte al primo dal vicino lido Risorgimento.

Uno dei nipotini della signora è riuscito a raggiungere da solo la riva

I primi bagnanti che si sono tuffati in acqua sono riusciti a far avvicinare il 12enne a riva: quest'ultimo poi è riuscito tranquillamente a raggiungere da solo il bagnasciuga, mentre i soccorsi sono state leggermente più complessi per trascinare fuori dall'acqua la zia e il nipotino di 9 anni. Alcuni avventori della spiaggia sono intervenuti prestando soccorso addirittura con dei salvagenti.

Secondo quanto riferisce la testata giornalistica locale online Brindisi Report, nel tratto costiero compreso tra lido Granchio Rosso e la spiaggia libera dell'ex lido Poste in passato si sono verificati tanti episodi simili, alcuni dei quali sfociati in tragedia. Non è stato certamente questo il caso: a parte il grosso spavento zia e nipoti adesso stanno bene e non hanno riportato nessun'altra conseguenza fisica.

Venti in intensificazione e maltempo sulla Puglia

In questi giorni in Puglia le temperature sono state davvero roventi. In questo weekend che è appena iniziato sono però previsti in tutta la regione fenomeni a carattere temporalesco e soprattutto venti forti in intensificazione da maestrale, i quali nella giornata di domani, domenica 5 luglio, potranno raggiungere anche velocità intorno ai 40 chilometri orari.

Oggi le raffiche di vento hanno toccato anche i 30 chilometri orari, per cui chi faceva il bagno al mare doveva prestare la massima attenzione. Le risacche poi, quando il mare è così agitato, possono rappresentare pericoli inaspettati. "Molte volte si sottovaluta l'importanza delle bandiere" - questo è il commento che uno dei bagnini intervenuti stamattina sulla spiaggia di Granchio Rosso per salvare la zia e i nipotini ha rilasciato ai media locali. Lo stabilimento infatti aveva issato regolarmente la bandiera rossa, un segnale che sta ad indicare che il mare è molto agitato per cui fare il bagno potrebbe rappresentare un pericolo.

Segui la nostra pagina Facebook!