L'aggressore quindicenne di Marta Novello ha incontrato il giudice nel corso dell'udienza di convalida nei suoi confronti, iniziata alle 9:30 del 26 marzo presso il Tribunale dei minori di Mestre. La 26enne, intanto, rimarrà in terapia intensiva presso l'ospedale di Treviso fino a lunedì 29 marzo. La giovane è stata vittima di un accoltellamento da parte del minorenne mentre faceva jogging per strada a Mogliano Veneto. Tuttavia, secondo i medici, le condizioni della ragazza sarebbero stabili e i parametri buoni. Il giudice ha convalidato l'arresto nei confronti dell'adolescente presunto responsabile dell'aggressione, che rimane quindi in carcere.

Il giovanissimo dovrà rispondere dei reati di tentato omicidio aggravato e di tentata rapina aggravata.

Marta Novello: parla l'avvocato dell'aggressore

L'aggressore di Marta Novello è stato interrogato dal Gip e dal Pm del Tribunale dei minori di Mestre. Avrebbe risposto alle domande rivoltegli. A confermarlo il legale del ragazzino, l'avvocato Matteo Scussat. L'udienza di convalida dell'arresto è durata un'ora e mezza. Scussat non ha voluto aggiungere nulla circa lo stato d'animo del suo cliente, né tantomeno dire alcunché circa le dichiarazioni del quindicenne. Il legale si è limitato ad affermare che risulta esserci un procedimento in corso e che, per questo, è obbligato a tenere il riserbo.

A detta di Scussat i processi devono essere fatti in tribunale. L'avvocato dell'adolescente si è limitato a precisare che la difesa ha accolto l'ordinanza "con serenità". Ha poi aggiunto: "Adesso vediamo" aggiungendo che il suo cliente ha iniziato un percorso assistito da psicologi e assistenti sociali. Scussat ha concluso che sarà valutata nel prosieguo quale istanza dovrà essere presentata.

La ragazza risponderebbe alle cure

Marta Novello sembrerebbe rispondere alle cure, starebbe migliorando e il prossimo 29 marzo potrebbe finalmente lasciare il reparto di rianimazione. Dopo il risveglio dal coma, la 26enne parla e risulta essere lucida. Marta sarebbe consapevole di quanto accadutole e ricorderebbe l'accoltellamento subito mentre faceva jogging.

Queste sono le notizie che filtrano dall'ospedale di Treviso nel quale la ragazza è ricoverata. Negli ultimi giorni Novello ha dovuto subire una serie di interventi chirurgici agli arti e ai polmoni. La ragazza è stata ferita da più di venti coltellate.

Una presunta rapina finita male

Marta Novello avrebbe ricordato la sua aggressione ad alcuni operatori dell'ospedale. Marta ricorderebbe del suo giovane aggressore, il quale le si sarebbe avvicinato armato di un coltello con cui avrebbe colpito la sua vittima con numerosi fendenti. La ragazza ricorderebbe anche la paura provata in quei difficili istanti. L'ipotesi principale da parte degli inquirenti sarebbe quella della rapina finita male.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!