Sono ore di grande apprensione in Francia per il rapimento della piccola Mia M., 8 anni. La bimba, stando a quanto ricostruito, è stata portata via nella mattinata di ieri, martedì 13 aprile, mentre si trovava in compagnia della nonna a Les Poulières, un piccolo comune di circa 250 abitanti situato nel dipartimento dei Vosgi, nella regione del Grand Est (non lontano dal confine con la Germania). Le autorità, nelle scorse ore, hanno deciso di attivare il Dispositif Alerte-Enlèvement, un particolare sistema d'allerta nazionale utilizzato in caso di sospetto rapimento di minore.

In Francia esso è stato adottato nel 2006 e l'ultima volta era stato dichiarato l'8 febbraio 2020, quando ad Angers (capoluogo del dipartimento del Maine e Loira) venne rapita Vanille, di un anno: la piccola venne ritrovata senza vita poche ore più tardi.

Il rapimento della piccola Mia

Stando a quanto ricostruito dal pubblico ministero di Epinal, Nicolas Heitz, il rapimento sarebbe avvenuto intorno alle ore 11:30 di martedì 13 aprile mentre la piccola si trovava con la nonna materna - alla quale era stata affidata da un giudice minorile - a Les Poulières.

Intorno alle 21 di ieri sera, il pm Heitz, ha deciso di diramare lo stato di allerta (Dispositif Alerte-Enlèvement). Stando a quanto si legge nel comunicato diffuso la bimba sarebbe stata portata via da tre uomini "di tipo europeo".

Due avrebbero un'età compresa tra i 25 ed i 25 anni, mentre il terzo sembrerebbe più anziano, tra i 45 ed i 50 anni. Uno di loro avrebbe anche un particolare tatuaggio a forma di croce sul collo. Da quanto si apprende, i tre si sposterebbero a bordo di un furgone commerciale della Volkswagen di colore grigio antracite.

Il comunicato non esclude che Mia possa trovarsi con la madre Lola M.

che, però, per disposizione del giudice, non può vederla da sola. La donna (28 anni) alta circa 1 metro e 70 cm e molto magra, avrebbe i capelli castano chiaro (lunghi fino alle spalle) e, come segni particolari ha due tatuaggi (non meglio specificati). Stando a quanto riportato nel comunicato sarebbe alla guida di un'utilitaria, una Peugeot 207 di colore nero targata BZ 370 GZ.

La descrizione della piccola Mia

Nell'allerta diramata è contenuta anche una descrizione della piccola Mia. La bambina, caucasica, è alta circa 1 metro e 30 cm, ha i capelli castani - lunghi e con una frangetta - e quando è stata portata via indossava dei pantaloni neri, una maglietta, un gilet di colore grigio con zip decorato da pois dorati ed un piumino bianco, anch'esso a pois neri, con una fodera di pelliccia bianca. Alle orecchie aveva dei piccoli orecchini d'oro, caratterizzati da un disegno rosso.

Nel comunicato si consiglia a chiunque avvistasse la bimba di non intervenire, ma di avvertire tempestivamente le autorità (allo 0 800 36 32 68). Sul caso di cronaca stanno indagando la "section de recherche" di Nancy e la "brigade de recherche" di Saint-Dié-des-Vosges.

Nella giornata di oggi, mercoledì 14 aprile, il pubblico ministero dovrebbe tenere una conferenza stampa