Tra piste esoteriche e nuove segnalazioni. La scomparsa di Denise Pipitone resta avvolta nel mistero da 17 anni ma nelle ultime settimane sono emersi nuovi elementi che hanno spinto la Procura di Marsala ad aprire un'indagine bis su Anna Corona e Giuseppe Della Chiave. Nel corso della puntata del 4 giugno di Quarto Grado sono state approfondite due piste seguite dagli inquirenti. In particolare, è stata intervistata la medium, Maria Pia Pipitone, che ha spiegato di aver riferito a Piera Maggio, alla presenza delle Forze dell'ordine, che la bambina era stata rapita per motivi familiari.

"Le dissi, adesso è viva". Questo filone d'indagine fu seguito dall'ex pm Maria Angioni con segnalazioni anche da parte di una sensitiva e di una astrologa.

Ma a far rumore, nel corso della trasmissione di Rete 4, sono state le dichiarazioni della guardia giurata che vide a Milano una ragazzina somigliante a Denise, un mese dopo la scomparsa, in compagnia di una rom che non è mai stata identificata. "Pochi giorni fa ho ricevuto un link di un articolo in cui si parla di rom. Nella foto ho riconosciuto la donna di Milano, ho presentato denuncia ai carabinieri" - ha affermato Felice Grieco.

Dalle piste esoteriche alla nuova segnalazione della guardia giurata di Milano

Un mese e mezzo dopo la scomparsa di Denise Pipitone una guardia giurata di Milano vide davanti ad una banca una bambina somigliante alla figlia di Piera Maggio in compagnia di una donna.

Diversi particolari, dagli abiti indossati all'accento, spinsero l'uomo a filmare la piccola ed a contattare la polizia. Inoltre, la bambina veniva ripetutamente chiamata Danàs dalla persona che la accompagnava. Il video realizzato da Felice Grieco fu trasmesso ai carabinieri del reparto operativo di Trapani due mesi dopo, il 15 dicembre 2004, che successivamente lo inoltrò ai Ris di Messina.

Piera Maggio confermò la forte somiglianza della bambina segnalata dalla guardia giurata con la figlia, sottolineando che anche la voce sembrava essere quella di Denise Pipitone. La pista fu approfondita, ma gli inquirenti non riuscirono a rintracciare la donna rom che era con la ragazzina.

Felice Grieco: 'Mi hanno inviato un link ed ho riconosciuto la donna che era con Danàs'

A distanza di 17 anni la pista Danàs si riapre con la guardia giurata che ha annunciato importanti novità nel corso della puntata del 4 giugno di Quarto Grado. Felice Grieco ha raccontato di aver ricevuto un link da una donna che ha preferito mantenere l'anonimato.

L'uomo ha spiegato che si tratta di un articolo di giornale (del 2019) in cui si parla di rom. "Le foto non hanno nulla a che vedere con la notizia. Si tratta di immagini di archivio e tra le quattro donne ritratte c'era la donna che accompagnava la piccola Danàs. È inconfondibile, fa parte del mio lavoro ricordarmi delle facce". - ha spiegato la guardia giurata che ha precisato di aver formalizzato la denuncia alle forze dell'ordine per poter poi effettuare il riconoscimento.

Da rilevare che Grieco ha precisato che il video realizzato nell'ottobre del 2004 fu fatto visionare a Piera Maggio nel marzo del 2005.