Che siano lievitati, fritti o cotti al forno, in Italia esistono una grande quantità di dolci tipici del periodo di Carnevale [VIDEO]. Il Migliaccio, insieme alle chiacchiere e al sanguinaccio, rappresenta uno dei tipici dolci che si prepara, solitamente, in questo periodo che precede il Mercoledì delle Ceneri.

Nella cucina napoletana con questo nome si usa indicare una torta che ha origini molto antiche la cui ricetta [VIDEO] è legata alla vita dei campi, realizzata con ingredienti molto semplici : semolino e ricotta. L'origine del nome è da ricondurre alla parola "miliaccium" dato che originariamente la ricetta prevedeva che fosse utilizzata la farina di miglio che, nell'antichità, veniva adoperata per la preparazione di dolci poveri.

Con il passare degli anni tale farina è stata poi sostituita dal semolino, ma nonostante questo cambiamento non è stato intaccato il sapore unico e di antica memoria che ancora contraddistingue il #migliaccio.

Il migliaccio in alcune zone della Campania è conosciuto anche come "Sfogliata" poichè gli ingredienti utilizzati sono gli stessi che si trovano nel ripieno della sfogliatella napoletana.

Quali sono gli ingredienti per preparare il Migliaccio?

  • 250 g di semola
  • 300 g di zucchero
  • 500 ml di latte
  • 500 ml di acqua
  • 400 g di ricotta
  • 50 di burro
  • 6 uova
  • 1 buccia di arancia
  • 2 bustine di vanillina
  • un pizzico di sale
  • 1/2 bicchierino di anice o rum

Ricetta del Migliaccio: ecco la preparazione

Fate bollire il latte, a cui è stato aggiunta l'acqua con burro e buccia d'arancia. Togliete la buccia d' arancia e aggiungete il semolino al suo interno, poco alla volta.

Cuocete a fuoco basso fino all'assorbimento quasi totale del liquido. Spegnete quando avete ottenuto una crema ben fluida e senza grumi. Lasciatela raffreddare.

In una ciotola lavorate la ricotta con lo zucchero. Unite anice o rum, vanillina, un pizzico di sale, le uova e create un composto omogeneo. Aggiungete anche il composto a base di semolino e amalgamate il tutto.

Versate il composto all'interno di una teglia imburrata. Infornate a 180° per circa quaranta minuti.

Sfornate il migliaccio quando la superficie sarà ben colorata. Il tempo di cottura può variare di qualche minuto, l'importante che il dolce risulti dorato sia nei bordi che sopra, ma questo dettaglio va a gusti.

Lasciate raffreddare e, infine, decorare con zucchero a velo.

Consigli: #ricetta migliaccio #migliaccio di carnevale

  • Se preferite un gusto più deciso, utilizzate la ricotta di pecora
  • Potete preparare il migliaccio anche senza ricotta
  • Potete decorare il migliaccio anche con frutta candita e uva passa.