La cucina toscana ricca di prelibatezze ci ha sempre inebriato per la golosità dei suoi piatti. Siamo così abituati in Italia a saper mangiar bene, che molte volte ci scordiamo di tutte le leccornie, che il mondo ci invidia. Molti piatti vengono erroneamente attribuiti anche ad altre nazioni, spesso e volentieri. È il caso dell'anatra in salsa d'arancia troppe volte attribuita alla cucina d'oltralpe è invece un piatto italianissimo e più precisamente toscano. Questa ricetta è stata importata in Francia dalla regina Caterina de' Medici. Per secoli, ed erroneamente è stata attribuita alla gastronomia francese.

Marmellata, scorza e succo d'arancia conferiscono a questo piatto un delizioso aroma dolce- amaro, che esalta il sapore dell'anatra. Proponetelo per una cena importate oppure a dei veri intenditori di arte culinaria. I commensali ne saranno veramente felici. Qui di seguito proponiamo la versione originale e di sicuro effetto.

Ingredienti

Quantitativi per 4 persone

Tempo di preparazione 10 minuti

Tempo di cottura 1 ora e 20 minuti

  • 4 petti di anatra senza pelle
  • 25 gr di burro
  • 4 scalogni finemente tritate
  • 2 grosse arance
  • 1/2 bicchiere di vino rosso
  • Il succo di 1/2 limone
  • 2 cucchiai di marmellata di arance amare
  • 50 gr di mandorle pelate
  • 1 cucchiaio di fecola
  • 1 cucchiaio di olio vegetale
  • sale e pepe nero macinato
  • timo per guarnire

Preparazione

Per prima cosa occorre scaldare il forno a 180 gradi.

Scaldate poi l'olio e il burro in una grossa padella e fatevi dorare i petti d'anatra da ambo i lati. Travasateli in una casseruola con il loro condimento. Fate imbiondire gli scalogni. Toglieteli dal fornello quando saranno appassiti e non ancora dorati. Con un pelapatate togliete la scorza da un'arancia e ponetela nella casseruola.

Spremete il succo e unitelo agli scalogni con il vino rosso, il succo di limone e la marmellata. Portate ad ebollizione poi versate la salsa sui petti di anatra. Coprite il tutto con un foglio di alluminio e cuocete in forno per 1 ora e 30 minuti. Intanto tagliate le mandorle a filetti e fatele tostare in forno caldo.

Prima di tagliare le mandorle a filetti immergetele 2 minuti in acqua bollente per evitare che si rompano. Mentre le mandorle si tostano in forno scuotete la placca ogni tanto per farle dorare in modo uniforme. Sbucciate l'altra arancia a vivo con un coltellino affilato eliminando sia la buccia gialla che la pellicina bianca sottostante, poi tagliatela a rondelle piuttosto sottili. Quando l'anatra è ben cotta scolate il sugo in una casseruola scartando la scorza d'arancia. Tenete il volatile al caldo. Portate il sugo ad ebollizione e unite la fecola stemperata con una cucchiaiata di acqua. Fate restringere a fuoco vivo finché diventa sciropposo; e condite con sale e pepe. Versate il sugo sui petti di anatra e guarnite con le mandorle a filetti, le fettine di arancia e il timo.

Segui la pagina Ricette
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!