"Non dico altro", è una commedia romantica, presentata al Festival di Toronto e acclamata dalla critica, diretta dalla regista Nicole Holofcener, con protagonisti Julia Luis-Dreyfuss, e James Gandolfini, nella sua ultima interpretazione, prima di morire nel giugno 2013.

Trama di Non dico Altro

Los Angeles, Eva è una massaggiatrice a domicilio, non più giovanissima, divorziata, con tanta voglia di rimettersi in gioco, il suo menage familiare è composto dall'amica Sarah e suo marito, e dalla figlia Ellen, che presto partirà per andare al College. Una sera Eva con i suoi amici partecipa ad una festa e qui incontra Albert, uomo gentile, divorziato, che come Eva deve fronteggiare la solitudine, esperto di storia della televisione e Marianne, poetessa, con cui entra subito in sintonia, che diventerà dapprima sua cliente e poi amica.

Dopo alcune perplessità Eva inizierà una relazione con Albert, il più improbabile e goffo degli spasimanti, con cui condivide un matrimonio fallito e una imminente separazione dall'unica figlia, ma tutto si complica quando l'amica Marianne non fa altro che lamentarsi del suo ex marito, e non occorrerà molto tempo prima che Eva capisca che questi altro non è che Albert, trovandosi in preda al panico, a dubitare sui propri sentimenti e le proprie percezioni nei confronti del nuovo fidanzato.

Il film ha una trama geometrica, la regista ama molto l'analisi dei sentimenti e dei rapporti sia d'amore che di amicizia, i suoi personaggi sono spesso persone che lottano per ritrovare un loro equilibrio, per ridare o cercare un senso alla propria vita in un mondo circostante frenetico e conflittuale.

I migliori video del giorno

"Non dico altro" funziona perfettamente grazie ad una solida sceneggiatura, ad una spigliata messa in scena e ad una regia attenta e curata. La storia di una relazione matura tra due persone meravigliose, semplici, coi piedi per terra, benevolmente ingenue e di un intrigo nato da un equivoco. Il film traccia con leggerezza la vita dei personaggi, depurata dai momenti noiosi dell'esistenza, che poi è uno dei compiti principali del cinema: farci sognare. Albert è interpretato da James Gandolfini, a cui il film è dedicato. L'attore italo-americano famoso per il suo personaggio di Tony Soprano nella serie cult I Sopranos, è morto a Roma il 19 giugno 2013 a soli 53 anni.