Con l'avvicinarsi della data di inizio dell'esame di maturità 2014, si fanno sempre più insistenti le notizie presenti in rete riguardo ad una presunta possibile abolizione della prova orale dall'esame di Stato. Gli studenti hanno iniziato a far rimbalzare la notizia da un social network all'altro, senza sincerarsi della veridicità del fatto, galvanizzati dalla possibilità di vedere abolita la temuta e odiata prova orale dell'esame di maturità.



Una delle solite bufale? Una delle solite notizie prive di fondamento? Cosa c'è di vero in tutto ciò?  La bufala, perchè di questo si tratta, è stata lanciata dal sito ironico il Corriere del Mattino, (un sito il cui solo nome dovrebbe far riflettere sulla serietà delle notizie che pubblica) i cui articoli hanno il solo scopo di provocare reazioni esagerate nel web.

Pubblicità

E così è successo con la notizia pubblicata a firma di Roberto Colella, autore dell'articolo nel quale si annunciava l'abolizione della prova orale dell'esame di maturità.



Si mettano, quindi, l'animo in pace i maturandi: non sarà questo l'ultimo anno in cui si sosterrà la prova orale nell'esame di Stato, l'autore, che considera la prova orale insensata e non oggettiva cercava solo di figurarsi uno scenario possibile in cui questa difficile prova fosse abolita dal ministro Giannini.



C'è una sola cosa sui cui la notizia bufala deve far riflettere.

Infatti da tempo si è scatenata una polemica in base alla quale sono in molti a sostenere l'inutilità della prova orale degli esami di maturità, sia a livello concettuale e materiale, sia dal punto di vista economico.