Ritorna dopo due anni a grande richiesta Paolo Conte a Gardone Riviera. Il concerto ha fatto come sempre il tutto esaurito si è tenuto nell'ambito delle manifestazioni estive programmate e organizzate da Tener-a-Mente nel suggestivo palcoscenico dell'anfiteatro Vittoriale degli Italiani.

Un Paolo Conte strepitoso nonostante i suoi 76 anni di età, accompagnato da una decina di musicisti di altissimo livello artistico e grande generosità interpretativa. Ha aperto la serata con Via con Me, a cui hanno fatto seguito le coinvolgenti note di Alle Prese Con Una Verde Milonga, Bartali, Dancing, Sotto Le Stelle Del Jazz, Max e Parigi, la città che il cantautore adora più di ogni altra dopo la sua Asti.

Due ore di partecipazione intensa da parte di un pubblico che ha risposto con entusiasmo alla performance di un artista dalla voce inconfondibile.

Pochi gesti delle mani magre, a seguire e sottolineare il ritmo di una musica che è una esperienza totale: uditiva, visiva, tattile, caratterizzata da un ritmo che non concede tregua, incalza e coinvolge trasportandoti in una realtà spazio-temporale in cui Oriente e Occidente, jazz e melodia si fondono in una commistione originalissima ma antica. Una esperienza totale di immagini, di sguardi, gesti e poche parole allusive di una realtà popolare in cui cultura e arte si sanno integrare perfettamente.

Notevoli le performance di Piergiorgio Rosso al violino, Nunzio Barbieri, chitarra classica e acustica, Luca Enipeo, Lucio Caliendo, oboe, Luca Velotti, sax e clarinetto, Daniele di Gregorio, batteria, marimba, Jino Touche, contrabbasso e basso fender, Daniele Dall'Omo, chitarra classica e acustica, Massimo Pitzianti, pianoforte, tastiera, fisarmonica, bandoneon, clarinetto e sax baritono.

I migliori video del giorno

Infine, Claudio Chiara, basso, tastiera, sax alto, sax tenore, flauto e clarinetto.

Sinceramente grazie a Paolo Conte che ha fatto vivere al raffinato pubblico presente al Vittoriale due intense ore di grande arte e poesia musicale.