Noto – E' stata realizzata la scorsa notte e alle prime luci dell'alba era pronta per essere ammirata. Giunta alla XXXVI edizione, l'Infiorata fa ancora il pieno di visitatori, esempio di Arte effimera di particolare pregio e di rara bellezza.

Quest'anno l'Infiorata, realizzata come sempre in via Nicolaci, è stata dedicata alla Catalogna e sono numerosi i punti di unione tra i due paesi per un ponte culturale tra la Sicilia e il paese iberico.

La città del siracusano si è preparata al meglio esponendo le bandiere gialle e rosse del regione spagnola e ornando di fiori ogni angolo.

Venerdì notte la realizzazione dei sedici i bozzetti, gli infioratori catalani hanno realizzato i primi otto riquadri, i restanti otto sono stati fatti dagli infioratori di Noto. Alle prime luci dell'alba di ieri il tappeto fiorito era pronto. Salvator Dalì e Antoni Gaudì sono stati gli artisti principali a cui gli autori dei bozzetti si sono ispirati nella realizzazione dei bozzetti

Numerosi anche gli eventi collaterali che sono stati realizzati nel centro storico della cittadina barocca.

Nell'ex Collegio dei Gesuiti, lungo corso Vittorio Emanuele, è stata allestita "Casa Catalunya". Un contenitore culturale che raccoglierà testimonianze, opere d'arte e tradizioni del paese iberico. Dopo anni di chiusura è stato riaperto al pubblico il palazzo nobiliare Rau della Ferla, in via Silvio Spaventa, alle spalle di palazzo Ducezio. Per l'occasione all'interno del palazzo Rau della Ferla sono state allestite delle mostre di artisti locali ma anche le sculture terapeutiche di Orazio Coco dal titolo "L'esercito della speranza" ed Ebru opere di Kubilay Eralp Dincer.

Uno spazio è stato dedicato all'artigianato, nella Loggia del Mercato di via Rocco Pirri, dove recentemente sono state girate alcune scene della famosa serie tv "Il Commissario Montalbano". In piazza XVI Maggio sono stati ospitati con degli stand espositivi quattordici città del sud est siciliano.

Già da due giorni i turisti hanno preso d'assalto la città visitando l'Infiorata, scrutando la sua realizzazione e soffermandosi sulle bellezze architettoniche della città.

Non ci sono stime ufficiali ma tutte le attività turistiche hanno fatto il pieno ed in vigore un piano straordinario della viabilità a Noto con il centro storico interamente chiuso al traffico per consentire la mobilità del flusso di gente riversatosi in città.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto