La più longeva e storica Luci d'Artista Torino, giunge alla XVIII edizione. Torino illuminata dagli artisti a nord, come Salerno a sud. La seconda, Salerno, con un crescente e sorprendente successo che sorpassa la prima. Salerno e le sue luci dedicate alle magie della foresta e della tradizione natalizia; Torino dedicata ai temi dell'ambiente e al sociale.Luci d'Artista Torino 2015/2016 è iniziata il 31 ottobre con la bella sfilata artistica lungo il percorso principale delle installazioni illuminotecniche.

Una serata curata da Torinodanza e dal Teatro Stabile di Torino – Teatro Nazionale.Ogni installazione ha avuto il suo momento inaugurale. Al passaggio del Défilé, le luminarie artistiche venivano accese per dare il via alla nuova edizione, arricchita da un'opera artistica inedita e da due opere provenienti da Salerno.Luci d'Artista Torino chiude già il 10 gennaio 2015, come la precedente edizione del 2014, seppure alcune opere resteranno anche oltre tale data.

I luoghi e le opere

Il cuore delle Luci d'artista 2015 è l'opera “Migrazione” di Piero Gilardi. Fondatore del PAV – Centro sperimentale per l'arte contemporanea. L'opera è esposta nella Galleria Subalpina. Un omaggio alle migrazioni degli animali vittime dei cambiamenti climatici e del riscaldamento innaturale dei naturali habitat di vita.

Le opere prese in prestito dalla città di Salerno sono: il “Mosaico” di Enrica Borghi, posta tra via Verdi e via Montebello; “Il Mito” del salernitano Nello Ferrigno, collocata in via San Francesco d'Assisi.L'arte visuale contemporanea e il sociale s'incontrano in Luci d'Artista a Torino, in Piazza 4 Marzo.

L'opera prende il nome di “Mai visti e altre storie”. Insegne luminose bifacciali che rappresentano animali rari, realizzato dall'Atelier dell'Errore e dal laboratorio d'Arti Visive per la Neuropsichiatria Infantile.

Le altre luci d'artista

Non tutto e subito. Luci d'Artista Torino s'accende poco alla volta. Avvicinandoci al Natale, dal 5 dicembre, il Borgo Medievale ospita “Il Presepio” di Emanuele Luzzati.

I giovani artisti di Torino, poi, danno vita alla settima edizione di “Lumen Flumen”. Dal 17 dicembre 2015 al 31 gennaio 2015, l'installazione a cura dell'Associazione culturale Nomen Omen èospitata sulla facciata del palazzo Servizi Sociali della Circoscrizione 7.Da gennaio 2016, esposizione del concorso di idee “Polito in light”, a cura degli studenti del Politecnico di Torino. Installazione visibile presso il Castello del Valentino, Sala delle Colonne.

La zona espositiva

L'area delle installazioni artistiche potremmo delimitarla con l'aiuto delle piazze di Torino, dovesi concentrano il grosso delle luminarie. Esse sono Piazza San Carlo, Piazza Carignano, Piazza Carlo Alberto, Piazza Castello, Piazza della Repubblica. Senza dimenticare la Mole Antonelliana.Quanti volessero godere in un sola ora delle splendide luci artistiche, potranno prenotare lo speciale Citysightseeing “Lights on the bus”.

Tutti i sabato e domenica fino al 3 gennaio 2016, oppure il 7 e 8 dicembre 2015, con la corsa tematica delle ore 17.30.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto