Nel giorno del Cinema a 2 euroGabriele Muccino ha deciso di anticipare l'uscita del suo teen movie L'Estate Addosso, presentandolo così, con qualche giorno in anticipo, al pubblico italiano dopo aver viaggiato verso il Lido per l'anteprima al Festival di Venezia. Un film che segna sicuramente il ritorno del regista italiano verso un Cinema che l'ha cresciuto e fatto amare al grande pubblico: basta pensare a Come Te Nessuno Mai, la pellicola che lo ha consacrato tra i grandi e che ha segnato un'intera generazione di sognatori, persi in quella terrazza insieme a Silvio Muccino e Giulia Stegeirwalt.

Correva l'anno 1999 e Muccino era al suo secondo film, ma già aveva ben in mente come catturare i drammi generazionali che si sarebbero poi ripetuti con un altro dei suoi film più apprezzati in Italia, Ricordati di Me.

Di nuovo protagonista il fratello Silvio, stavolta insieme a Nicoletta Romanoff nei panni di due fratelli figli di una generazione tormentata, rappresentata dagli splendidi Laura Morante e Fabrizio Bentivoglio. Tra i membri del cast anche un inedito Pietro Taricone, appena uscito dalla casa del Grande Fratello e subito trascinato da Gabriele Muccino davanti la macchina da presa. 

L'Estate Addosso, il ritorno di Gabriele Muccino

Anche stavolta i protagonisti sono due adolescenti, ma protagonista non è più il nucleo familiare quanto l'amicizia: si racconta infatti di due compagni di scuola, interpretati da Matilda Lutz e Brando Pacitto, che durante l'estate dei diciotto anni decidono di fare un viaggio alla ricerca di uno dei loro compagni. La tratta è intercontinentale, e i due finiranno a San Francisco a farsi ospitare (come ogni classica situazione del genere vuole) da amici di amici appena conosciuti.

I migliori video del giorno

Le dinamiche sono quelle che caratterizzano i film del regista italiano, e per gli amanti dei suoi lavori precedenti anche L'Estate Addosso finirà per essere godibile. Nulla di nuovo sotto il sole invece per chi cercava qualche spunto in più, sia per quanto riguarda le tematiche che per le intuizioni di un regista che, con La Ricerca Della Felicità e Sette Anime, ci aveva abituati a molto di più. Se siete curiosi di andarlo a vedere comunque però, approfittatene oggi: il cinema a 2 euro potrebbe essere la soluzione per voi.