È arrivata la Notte della luna! L’8 ottobre in tutto il mondo si festeggia il Moonwatch, cioè la notte migliore per ammirare e scrutare il nostro unico satellite mediante un telescopio. Infatti durante il primo e l’ultimo quarto le ombre si allungano lungo la linea del tramonto che fa emergere tutti i maggiori crateri della Luna, regalando un effetto di profondità veramente suggestivo.

L’iniziativa della Nasa

L’”International observe the Monn light” è un’iniziativa di divulgazione globale promosso dalla missione Nasa ‘Lunar reconnaissance orbiter’, la cui sonda orbita da quasi otto anni attorno alla Luna, e da altri istituti scientifici, quali il “Lunar and planetary insitute”, istituto che si occupa di confronti tra studenti e scienziati di tutto il mondo e della divulgazione attraverso meeting e conferenze, e il “Planetary science insitute”, che si occupa invece dello studio dell’origine e l’evoluzione dei sistemi planetari.

Meteo permettendo, basta un semplice telescopio, anche di modeste dimensioni, oltre che ad uno spazio aperto per vedere questo spettacolo della natura, che troppo spesso ignoriamo e consideriamo come un semplice “sasso” sospeso sulle nostre teste solo di notte. Come dice Paolo Volpini, della Uai, nella notte dell’8 ottobre “il Sole la illumina lateralmente e fa vedere bene i crateri e i monti’ smentendo chi pensa che durante la fase di Luna piena essa si possa ammirare meglio, poiché ‘troppo luminosa’, cosa che farebbe perdere i dettagli.

Promozioni ed eventi in Italia

In Italia, ad occuparsi della promozione di questo evento è l’Inaf, cioè l’Istituto Nazionale di AstroFisica e la Uai, l’Unione Astrofili Italiani. Già numerosi scienziati e ricercatori si sono offerti per illustrare nella notte dell’8 ottobre le caratteristiche e la morfologia lunare a tutti gli interessati, oltre ad offrire delle curiosità e dei dettagli riguardo sia l’allunaggio di Neil Armstrong sia le recenti missioni sul satellite.

I migliori video del giorno

Proprio nella sede di Inaf, a Torino, oltre che presso l’’Osservatorio Comunale’ di Perinaldo, a Imperia, si svolgerà una serata organizzata da astrofili e veri e propri esperti e studiosi della Luna, mentre si terrà una conferenza a Bologna, nel Parco dei Giardini, seguita da altre manifestazioni in tutta Italia: all’’Osservatorio Astronomico’ di Cagliari, al ‘Planetario Provinciale Pythagoras’ di Reggio Calabria, al Planetario di Palermo, all’’Osservatorio’ di Acquaviva delle Fonti a Bari e lo spettacolo “Back to the Moon” al ‘Museo dello spazio interattivo’ di Torino