Tiziano Ferro, alla conferenza stampa a Milano, ha annunciato tutti i dettagli al riguardo del suo ultimo capolavoro "Il mestiere della vita", in uscita domani, venerdì 2 dicembre. Il cd include 13 brani inediti tra cui il nuovo singolo Potremmo Ritornare, uscito lo scorso 21 novembre e con già oltre un milione di visualizzazioni su You Tube. La cover dell'albun, spiega Ferro rappresenta una ricostruzione surreale della città di Los Angeles. città molto cara al cantante in questi ultimi anni.

Dopo il gran successo, la data di Roma sarà raddoppiata

In mattinata si è tenuta la conferenza stampa, dove Tiziano Ferro ha parlato delle sue date del Tour che partirà l'11 giugno a Lignano Sabbiadoro, 16 giugno a San Siro, Milano, il 21 giugno a Torino, 28 giugno a Bologna, il 5 luglio allo stadio Olimpico di Roma, l' 8 luglio a Bari, 12 luglio a Messina e 15 luglio a Firenze.

La data di Roma sarà raddoppiata. Questo album rappresenta per l'artista un nuovo inizio. Le canzoni derivano da momenti naturali, di quotidianità, senza la consapevolezza di realizzare un vero e proprio disco. Come possiamo vedere dalla copertina con lo sfondo della città americana, Los Angeles, il suo cd è quasi tutto incentrato in questa città, infatti anche il video clip di "Potremmo ritornare" è stato girato lì. Luogo molto importante per il cantante.

Potremmo ritornare, Conforto, Epi, alcune canzoni del suo nuovo albun

Il suo nuovo Cd contiene un duetto anche con la cantante Carmen Consoli con "Il Conforto", persona a lui molto cara. Molto probabilmente sarà questo brano il futuro video clip dell'artista. Il singolo già uscito, "Potremmo ritornare" dice che non è una canzone d'amore, parla di ritorno in modo diverso e continua: "L'ho scritto pensando ad una persona che non ho più accanto.

I migliori video del giorno

Ed è una donna. E' bello che una canzone diventi il regalo di qualcun altro. E' l'erede ideale di Alla mia età. Un uomo non meriterebbe mai una canzone. Facciamola scrivere agli altri.". "Epic", invece scritta con l'aiuto di Baby K, rappresenta la fine del passato e l'apertura a un nuovo inizio.