Ieri a New York è andata all’asta una preziosa copia stampata di una lettera redatta da Cristoforo Colombo in persona per aggiornare la famiglia reale spagnola sugli avvenimenti del suo primo, straordinario viaggio verso le Indie.

'De Insulis nuper in mari Indico repertis', si tratta di un documento che racconta in prima persona la scoperta dell’america ed è nota ai più come 'La lettera di Colombo'. L’asta si è tenuta il 26 Settembre 2017 alla Bonhams. Il valore stimato si aggira intorno ad un milione di dollari.

Una lettera che viene da lontano

Scritta in latino, la lettera venne stampata in diverse copie presso alcune copisterie svizzere di Basilea due anni dopo la scoperta dell’America nel 1492 e fu uno dei primi casi storici di best-seller agli albori della storia dell’editoria europea.

Si tratta di un documento estremamente importante perché è a tutti gli effetti il primo annuncio della scoperta del nuovo mondo. Ian Ehling, direttore del dipartimento libri e manoscritti di Bonhams New York si dice entusiasta dell’appuntamento di oggi con la storia.

Questa specifica copia venne conquistata ad un'asta del lontano 1876 da un collezionista ed è giunta in ottime condizioni fino ad oggi.

Il documento e' una copia di alcune pagine scritte a mano da Colombo di ritorno dal primo famoso viaggio dalle Americhe. Anche se i documenti vennero tenuti segreti in un primo periodo, ne vennero comunque stampate delle copie un paio di anni più tardi - altre copie, in prima edizione, vennero stampate sempre nel 1493 a Roma senza illustrazioni. L'unica copia rimasta attualmente della prima edizione di Basilea è al momento conservata presso la Public Library di New York.

I migliori video del giorno

Le illustrazioni vennero successivamente realizzate a mano da un abile artista svizzero anonimo - di lui si sa solo che non partecipò al viaggio insieme a Cristoforo Colombo ma che si basò su racconti di prima mano per le sue opere grafiche.

La grande prova della scoperta dell'America

La lettera di Colombo iniziò a circolare tra i collezionisti in un tempo in cui la stampa iniziava a farsi largo tra le abitudini quotidiane degli Europei e il mondo si avviava verso un mondo di diffusione ad ampio raggio della notizia - scoperta del Nuovo Mondo inclusa.

Nonostante allora non fossero disponibili quel vasto panorama di mezzi di informazione moderna che permettono oggi di far sì che una notizia faccia letteralmente il giro del mondo in pochi secondi, la lettera di Colombo divenne un vero e proprio campione di vendite e fu il vero strumento tramite cui anche la gente della strada venne a conoscenza dell'esistenza di un nuovo continente nella vita quotidiana. Grazie alla lettera infatti si iniziò a parlare della scoperta dell’America anche in contesti popolari che non ne avevano mai sentito parlare prima di allora e appassionò grandemente anche persone che di certo non si interessavano di geopolitica.

In molti possedevano una copia stampata della lettera, la quale girava di mano in mano come un moderno libro best-seller.

Il fortunato che riuscirà ad aggiudicarsela avrà tra le mani un vero e proprio pezzo di storia, un prezioso ritaglio di uno tra i maggiori avvenimenti della storia di tutti i tempi.