E' un Lucio Battisti a tutto tondo, quello che intende presentare i nuovi due cofanetti proposti dalla Sony. Il general manager del catalogo Sony Stefano Patara ha spiegato che la pubblicazione di questi cofanetti segna il punto di partenza per una riedizione dell'intera discografia battistiana.

Questa nuova duplicazione dell'opera battistiana segna un punto di svolta per la qualità del suono, è stata infatti registrata a 24 bit/192khz, la migliore definizione disponibile per una rimasterizzazione. Il cantautore che ha accompagnato più generazioni, e ha fatto la fortuna del mercato italiano torna negli shop.

E' l'opportunità di riascoltare il compositore di 29 settembre

"29 settembre" fu composto dalla coppia insossidabile Mogol – Battisti cantato dall'equipe 84 ed arrivò in cima alle classifiche.

Il brano segna l'inzio della carriera del compositore e cantautore reatino e della sua memorabile carriera. A 20 anni dalla morte si celebra dunque il tecnico di studio, il musicista, l'innovatore. E' una registrazione ricondotta ai fasti del suono e del suo massimo splendore per celebrare il cantautore che ha fatto la storia della musica italiana.

E' un masters che si avvale delle migliori tecniche digitali

Tecniche digitali avanzate sono state impiegate per restituire al meglio le canzoni battistiane dal punto di vista sonoro e acustico. Questo masters, contiene 60 tracce: originali, rimasterizzate. Da "un'avventura" a "Cosa succederà alla ragazza", si possono ripercorrere le tappe del percorso artistico del bravo Lucio, con le poesie per musica del grande paroliere Mogol. Il tutto è arricchito con un booklet di 12 o 24 pagine con interviste a Radius, Di Cioccio, Colombini e Westley.

I migliori video del giorno

Di Cioccio racconta di essere stato il primo a suonare la batteria con Lucio, ha raccontato delle memorabili serate a suonare in locali in voga di Milano come il Santa Tecla o il Pipes. Battisti dal carattere controverso e strano, era un grande fanatico di Totò. Gaetano Ria, ingegnere del suono, racconta come un giorno Lucio abbandonò lo studio di registrazione per andare in un cinema a vedere una rassegna sui primi film di Totò. Si celebra dunque l'artista della canzone, il perfezionista del suono, la professionalità di un uomo che si è dedicato alla musica ottenendo risultati sorprendenti e che è entrato a pieno titolo nella cultura italiana. Lucio Battisti è entrato nei cuori della gente.